Il concertone si apre con le parole di Gaber

Il concertone si apre con le parole di Gaber
Corriere della Sera CULTURA E SPETTACOLO

Si apre nel segno di Giorgio Gaber il Concertone del Primo Maggio.

Questo video contiene contributi www.raiplay.it

In un tempo esasperato e incongruente con tanta tanta informazione, che alla fine uno non sa niente”.

“In un tempo di rassegnata decadenza serpeggia la paura nascosta dall'indifferenza, in un tempo così caotico e corrotto in cui da un giorno all'altro ci può succedere di tutto.

A dare il via alla tradizionale manifestazione promossa da Cgil, Cisl e Uil, alle 16,30 Ambra Angiolini, alla guida dell'evento per il quarto anno consecutivo, affiancata da Stefano Fresi, legge un testo di Giorgio Gaber del 1994. (Corriere della Sera)

La notizia riportata su altri giornali

Anche Ambra, alla guida dell'evento per il quarto anno consecutivo, affiancata da Stefano Fresi legge un testo di Eduardo Galeano («Cammino per dieci passi e l'orizzonte si sposta di dieci passi più in là. (Leggo.it)

L'augurio di Mattarella. "Il Concertone, che pure dovrà rispettare modalità particolarmente austere Il Concertone del Primo Maggio va in scena dalla Cavea dell'Auditorium Parco della Musica di Roma, ma disegna una linea ideale con i palchi di tutta Italia con le esibizioni dei tanti artisti nel cast sparse sul territorio. (Tiscali.it)

Ambra Angiolini e Stefano Fresi aprono il Concerto del 1° maggio con un testo di Giorgio Gaber

Sulla manifestazione anche il sigillo del presidente della Repubblica Sergio Mattarella: "A celebrare il Primo maggio ci sarà anche quest'anno il Concertone, che pure dovrà rispettare modalità particolarmente austere: vuole essere anche un segno di ripresa per la musica, lo spettacolo, la cultura, affinché siano nuovamente fruibili dal vivo e possano contribuire alla ripartenza" E a non mancare è prima di tutto Bella Ciao, colonna sonora di ogni Concertone che si rispetti, portato dai Modena City Ramblers. (QUOTIDIANO.NET)

Anche per questo nei primi minuti del Concertone è stato lanciato un messaggio molto forte; si parte con un testo di Giorgio Gaber significativo che Stefano Fresi ha letto. Serpeggia la paura nascosta dall’indifferenza” è l’incipit del testo Io come persona, di Gaber, scelto per aprire questa edizione del concerto del primo maggio. (Ultime Notizie Flash)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr