Scuola, Letta: Scuola sarà in presenza, non torneremo in dad

Scuola, Letta: Scuola sarà in presenza, non torneremo in dad
LaPresse INTERNO

Bologna, 12 set.

(LaPresse) – “Domani ricominciano le scuole e quando cominciano le scuole tutta la comunità nazionale si ferma, soprattutto quest’anno, in cui abbiamo un compito in più, un dovere, abbiamo preso un impegno: quest’anno la scuola sarà in presenza tutto l’anno, non si tornerà più in didattica a distanza”.

Lo ha detto il segretario del Partito democratico, Enrico Letta, alla chiusura della Festa dell’Unità

(LaPresse)

Ne parlano anche altre fonti

La sicurezza a bordo è garantita in quanto i mezzi di ATP S.p.A. hanno un sistema di aerazione che consente un ricambio completo dell’aria ogni circa 40 secondi. (BuongiornoAlghero.it)

Secondo la tabella inserita nel Piano di monitoraggio nazionale nelle scuole primarie e secondarie di primo grado, saranno identificate delle “scuole sentinella” dove effettuare tamponi salivari ogni due settimane (RagusaOggi)

L’assessore sottolinea che è stata un’estate di grande lavoro, di manutenzione e messa in sicurezza, per alcuni plessi che avevano criticità. “Ci si auspica”, dice Anna Bosco “che dal 13 settembre ci sia una scuola in presenza. (Histonium.net)

Servono “reddito di formazione” e nuove scuole: studenti pronti a manifestare

Ultimo Aggiornamento: sabato, 11 Settembre 2021 @ 10:14. L’inizio dell’anno scolastico mi dà l’occasione per rivolgere agli studenti i migliori auspici per un anno carico di soddisfazioni nel raggiungere importanti traguardi in ambito scolastico. (Notizie Ascoli e Provincia Picena. Cityrumors)

Venerdì 17 settembre, Nardini visiterà la nuova scuola primaria di Cerreto Guidi (FI), i cui lavori, alla stregua di quelli del vecchio edificio dove ora è nata una biblioteca, sono stati finanziati con risorse regionali È il giro che ha avviato da alcuni giorni l’Assessore all’istruzione Alessandra Nardini e che in prossimità dell’inizio dell’anno scolastico procederà a tappe più serrate. (ExPartibus)

Noi come Unione degli studenti, associazione studentesca nazionale che dal ‘94 combatte per i diritti degli studenti, abbiamo presentato l’11 settembre la nostra proposta per cambiare radicalmente la scuola pubblica. (Domani)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr