Quirinale, chi per il post Mattarella? L'identikit del nuovo presidente della Repubblica tra ipotesi e suggestioni

Quirinale, chi per il post Mattarella? L'identikit del nuovo presidente della Repubblica tra ipotesi e suggestioni
GeosNews INTERNO

Tra appena 2 settimane – il prossimo 24 gennaio alle ore 15 – si terrà la prima votazione per eleggere il nuovo presidente della Repubblica italiana.

– È iniziata la grande corsa al Quirinale.

Un compito non facile per il Parlamento e delegati regionali, i quali dovranno trovare una figura comune in grado di.

L’identikit del nuovo presidente della Repubblica tra ipotesi e suggestioni» è apparso sul quotidiano onlinedove ogni giorno puoi trovare le ultime notizie dell'area geografica relativa a Sicilia

Leggi la notizia integrale su: Newsicilia. (GeosNews)

Se ne è parlato anche su altre testate

#ConferenzaDraghi: Un messaggio di affetto al Presidente #Mattarella, è ciò che provano tutti gli italiani. Per Berlusconi il sentiment negativo e l’ostilità alla sua eventuale elezione sono altissimi (95%), valori decisamente più bassi per Draghi (75%) (AGI - Agenzia Italia)

Sentiment negativo nei confronti di Berlusconi. Dall’analisi del sentiment è emerso che le opinioni nei confronti di Berlusconi sono estremamente negative (95%). Dopo che Mattarella ha escluso più volte l’ipotesi di un bis, infatti, la corsa al colle sembra riguardare soprattutto due persone: Mario Draghi, l’attuale presidente del Consiglio, e l’ex premier Silvio Berlusconi. (Newsby)

Nell’interesse del Paese occorre eleggere il Presidente con una maggioranza ampia, la più ampia possibile, scegliendo una personalità di alto profilo, che interpreti alcuni requisiti imprescindibili: autorevolezza, rispetto internazionale ed esperienza. (Avanti!)

Il presidente della Repubblica che servirebbe per il bene dell'Italia

Il profilo di un presidente in grado di accompagnare questo decisivo passaggio non si può inventare con qualche mossa tattica Siamo, dunque, davanti ad una vera e propria investitura che rimanda alle grandi questioni sul potere, il suo fondamento e il limite che deve osservare colui che è chiamato ad esercitarlo. (Città Nuova)

Al momento in cui ascriviamo, però, i nomi sul tavolo sarebbero quelli di Mario Draghi, Silvio Berlusconi e anche Sergio Mattarella, sebbene al momento sembra non avere intenzione di accettare un secondo mandato Nel momento in cui il nuovo Presidente della Repubblica sarà eletto, se non sarà ancora scaduto il mandato, Mattarella si dimetterà. (Il Caffè.tv)

Chiudere una fase della vita è arduo ad ogni livello, dal più piccolo a quello di maggiore responsabilità, e non aiutano gli onori e le gratificazioni. Essi ruotano intorno alle trattative per la corsa al Colle ma anche ai destini della legislatura e alla vita del governo Draghi. (La Voce di New York)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr