Voli vuoti in Europa: compagnie aeree costrette per non pedere slot

Voli vuoti in Europa: compagnie aeree costrette per non pedere slot
Agenzia askanews ECONOMIA

E quindi i vettori cercano di barcamenarsi tra tagli ai voli e voli da operare comunque pur di non perdere gli slot.L’emittente Usa cita il caso di Lufthansa, il cui amministratore delegato Carsten Spohr afferma chi verranno operati 18.000 voli non necessari per mantenere gli slot assegnati.

Le compagnie aeree europee stanno operando un crescente numero di voli semi vuoti o vuoti perché costrette dalle regole europee sugli slot. (Agenzia askanews)

La notizia riportata su altri media

– Voli fantasma continuano a solcare i cieli europei. Al momento, le norme europee impongono di fare almeno il 50% dei collegamenti per ogni rotta. (Roccarainola.net)

“Lasciate le regole degli slot come erano prima della pandemia e sarà il mercato a risolvere il problema”, ha dichiarato Varadi a Reuters. “Saremmo in grado di operare quegli slot negli aeroporti vincolati, quindi perché restano protetti a beneficio dei vettori tradizionali che non sono in grado di sfruttarli?”. (Travel Quotidiano)

Mi sembra incomprensibile che l’Europa stia richiedendo attivamente alle compagnie aeree di produrre emissioni colossali, semplicemente per assicurarsi degli slot di atterraggio” “Un volo a corto raggio su un 737 emette circa 18 tonnellate di CO2 all’ora, quasi il doppio di quello che una persona in Europa emette in un anno intero – ha commentato l’attivista Catherine Livesley, fondatrice del No fly travel club, intervistata da Euronews -. (SuperEva)

Il caso degli aerei "fantasma" costretti a volare vuoti. E Ryanair attacca Lufthansa

E’ quanto evidenzia un portavoce della Commissione europea davanti alle crescenti pressioni di alcuni vettori, capitanati da Lufthansa, che chiedono di modificare la quota minima di voli da effettuare per mantenere intatti i propri slot negli scali europei. (Travelnostop.com)

Alcuni continuano a lamentare di essere costretti ad effettuare "voli fantasma" con poche persone a bordo per non incorrere nella riassegnazione degli slot. Alcuni analisti tedeschi sono certi che la norma europea non verrà abrogata, ma si sono detti sorpresi dall'annuncio dell'aviolinea tedesca, sostenendo che potrebbe combinare i voli negli slot oppure operare con velivoli più piccoli (AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency)

Ryanair però non ci sta e replica a Lufthansa, tornando a chiedere alla Commissione di costringere le compagnie aeree che ricevono aiuti di Stato a restituire gli slot inutilizzati. E il ceo Michael O'Leary rincara: "Lufthansa ama piangere lacrime di coccodrillo per l'ambiente mentre fa di tutto per proteggere i suoi slot. (Tp24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr