Coronavirus, Crisanti: se i dati calano è solo per l’uso delle mascherine

Coronavirus, Crisanti: se i dati calano è solo per l’uso delle mascherine
La Luce di Maria La Luce di Maria (Interno)

Si tratta di quanto affermato dal direttore di Microbiologia e Virologia dell’Università di Padova Andrea Crisanti, parlando durante un collegamento con una trasmissione di Rai3.

Scuole, il virologo: si potrebbero sperimentare riaperture.

Su altre fonti

Il tuo browser non può riprodurre il video. Play Replay Play Replay Pausa Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio Indietro di 10 secondi Avanti di 10 secondi Spot Attiva schermo intero Disattiva schermo intero Skip Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi. (PadovaOggi)

Negli ospedali di Schiavonia e Camposampiero si trovano invece rispettivamente 17 ricoverati di cui 1 in terapia intensiva (271 dimessi e 104 morti) e tre ricoverati in area non critica. Nelle ultime 12 ore il numero dei positivi è saliti di 3 unità in provinca. (PadovaOggi)

Grande soddisfazione in Veneto, dove oggi sono stati raggiunti i contagi zero, molto in anticipo rispetto alle previsioni. (Cagliaripad)

I guariti, invece, sono a ieri 134.560, e le tre regioni più colpite continuano ad essere Lombardia (86.091 infetti), Piemonte ed Emilia Romagna. Partiamo dai dati comunicati ieri dalla Protezione Civile, che raccontano di 228.006 (+642) contagi in Italia dallo scorso 21 febbraio, con l’aggiunta di 32.486 morti. (Il Sussidiario.net)

Nella giornata del 21 maggio il virologo dell’Università di Padova Andrea Crisanti ha annunciato il raggiungimento della soglia degli zero contagi da coronavirus da parte della Regione Veneto. Un risultato che secondo il professore è stato raggiunto in anticipo sulle previsioni e che dimostra ancora una volta l’efficacia del modello Veneto nella lotta alla pandemia. (Notizie.it )

E anche sull'app di tracciamento, per Crisanti, c'è incoerenza: "Prima era obbligatoria, poi è diventata facoltativa. Siamo arrivati impreparati alla fase 2 dell'emergenza coronavirus: la pensa così Andrea Crisanti, virologo e direttore del laboratorio di Microbiologia dell'Università di Padova (Today)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti