Femminicidio di Cortesano, il cordoglio dell'assessore Stefania Segnana

Femminicidio di Cortesano, il cordoglio dell'assessore Stefania Segnana
l'Adige INTERNO

È un messaggio di dolore quello che l’assessore provinciale alla famiglia Stefania Segnana, pronuncia alla notizia del dramma che si è consumato nel pomeriggio nei campi di Cortesano.

Ma spetta a noi cercare nella nostra coscienza la forza di ricominciare, subito, camminando accanto a questo nuovo dolore, per continuare a conquistare la fiducia di chi deve trovare il coraggio di chiedere aiuto".

"Siamo senza parole - commenta l'assessore dopo essersi confrontata con il procuratore Raimondi per cercare di capire cosa sia successo - e siamo senza una ragione, perché ogni volta che una donna viene strappata alla vita dal suo compagno, è come se crollasse attorno a tutte noi quella casa che giorno dopo giorno stiamo faticosamente cercando di costruire". (l'Adige)

Se ne è parlato anche su altri media

La sua vita è stata strappata e spenta a 42 anni dall'ex marito, Lorenzo Cattoni Il 39enne trovato agonizzante da un passante. Sono state ore drammatiche quelle in Trentino per un altro terribile femminicidio, quello di Deborah Saltori, madre di quattro figli. (il Dolomiti)

Il delitto è avvenuto a Cortesano, in zona Maso Saracini, piccolo centro a pochi chilometri da Trento, nella campagna in cui l'uomo stava lavorando. Un imprenditore agricolo di 39 anni, Lorenzo Cattoni, ha ucciso la ex moglie, Deborah Saltori, 42 anni, sembra utilizzando un'accetta e colpendola alla carotide. (La Repubblica)

Dal profilo collegato all'utenza di uno dei partecipanti, un coetaneo, era partito all'indirizzo dell'intero gruppo un video pedopornografico raccapricciante, ove aveva luogo un rapporto sessuale promiscuo, tra più bambine e bambini, verosimilmente girato in Sud America. (Yahoo Notizie)

Cortesano (Trento), Deborah Saltori uccisa con l'accetta. Fermato l'ex marito, ha tentato il suicidio

Deborah Saltori è stata uccisa dal marito dopo essere stata adescata con l'inganno dal suo omicida. Lorenzo viveva ai domiciliari a casa dei genitori dopo essere stato processato per le ripetute violenze denunciare da Deborah negli anni (Leggo.it)

Era ai domiciliari e poteva allontanarsi solo per lavoro. Ancora un femminicidio in Italia, l’ennesimo di questo 2021. Femminicidio a Cortesano, Deborah Saltori uccisa dall'ex. Saltori e Cattoni non vivevano più insieme: Cattoni si trovava agli arresti domiciliari in un paese della Piana Rotaliana, proprio a causa della sua condotta violenta (Today.it)

Era già stato ammonito dal questore di Trento due volte per presunte violenze domestiche, anche nei confronti di una precedente compagna. Soccorso dal 118 l’uomo è stato trasportato all’ospedale Santa Chiara di Trento dove si trova tutt’ora ricoverato in condizioni gravissime. (Blitz quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr