Chi accompagna minori e disabili non deve pagare il posto

Chi accompagna minori e disabili non deve pagare il posto
ilGiornale.it ECONOMIA

Accogliamo con soddisfazione - ha sottolineato il presidente Enac Pierluigi Di Palma - la pronuncia del Tar che afferma ciò per cui l'Enac si batte da sempre, ovvero la centralità del passeggero all'interno del sistema dell'aviazione civile, la tutela della qualità del viaggio, la garanzia dei diritti dei viaggiatori e della sicurezza del volo.

Il Tar del Lazio ha rigettato, in sede cautelare, il ricorso presentato dalla compagnia irlandese Ryanair contro il provvedimento adottato dall'Enac che ha disposto, a tutela delle categorie di passeggeri più fragili del trasporto aereo, l'assegnazione gratuita dei posti a sedere a minori e a persone a mobilità ridotta vicino ai genitori e/o accompagnatori. (ilGiornale.it)

Ne parlano anche altri giornali

Assoutenti: vittoria dei consumatori, ora via balzello per tutti i passeggeri. Lo afferma il presidente di Assoutenti, Furio Truzzi, commentando la decisione del Tar Lazio che ha rigetto il ricorso di Ryanair. (Consumerismo)

Con il provvedimento in questione, l'Enac ha stabilito che tutte le compagnie aeree operanti in Italia devono garantire, sin dalla fase di prenotazione/acquisto del biglietto aereo, ai bambini di età compresa tra i 2 e i 12 anni l'assegnazione di posti vicini ai genitori o all'accompagnatore adulto con cui viaggiano, nella stessa classe, senza alcun costo aggiuntivo. (la Repubblica)

Il 14 giugno scorso l'Enac ha ricevuto un esposto/segnalazione da parte di Codacons "che denunciava come la quasi totalità delle compagnie aeree non garantisse, nel caso di assegnazione automatica dei posti, che i passeggeri che viaggiano insieme abbiano posti vicini e impone il pagamento di un supplemento per la selezione dei posti a sedere a bordo, anche in caso di genitori e figli minori, e di passeggeri con ridotta mobilità" Lo ha ribadito il Tar del Lazio in un'ordinanza con la quale i giudici hanno respinto le richieste presentatae da Ryanair, dopo la pubblicazione nel luglio scorso del nuovo Regolamento tecnico dell'Enac per l'assegnazione dei posti a sedere dei minori (da 2 a 12 anni) dei disabili e delle persone a ridotta mobilità (PRM) vicino ai genitori e/o accompagnatori. (La Repubblica)

» Enac

Con il provvedimento in questione, l'Enac ha stabilito che tutte le compagnie aeree operanti in Italia devono garantire, sin dalla fase di prenotazione/acquisto del biglietto aereo, ai bambini di età compresa tra i 2 e i 12 anni l'assegnazione di posti vicini ai genitori o all'accompagnatore adulto con cui viaggiano, nella stessa classe, senza alcun costo aggiuntivo. (Notizie - MSN Italia)

Una sentenza commentata oggi dal Presidente ENAC Pierluigi Di Palma: “Accogliamo con soddisfazione la pronuncia del TAR che afferma ciò per cui l’ENAC si batte da sempre, ovvero la centralità del passeggero all’interno del sistema dell’aviazione civile, la tutela della qualità del viaggio, la garanzia dei diritti dei viaggiatori e della sicurezza del volo”. (Sardegnagol - la testata delle politiche giovanili in Sardegna)

Così il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, a commento della decisione del Tar Lazio di respingere la richiesta con la quale Ryanair sollecitava la sospensione dell’efficacia del nuovo Regolamento tecnico dell’Enac per l’assegnazione dei posti a sedere dei minori, dei disabili e delle persone a ridotta mobilità vicino ai genitori e/o accompagnatori (codacons.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr