Crema, donna si dà fuoco e muore mentre i passanti filmano: nessun telefono sequestrato

Crema, donna si dà fuoco e muore mentre i passanti filmano: nessun telefono sequestrato
IL GIORNO IL GIORNO (Interno)

Crema, 2 agosto 2020 - La salma della donna in cura psichiatrica che ieri si è data fuoco a Crema, oggi è stata restituita ai familiari.

Al momento nessun telefono né filmato è stato sequestrato dagli inquirenti.

Su altre testate

Serie e molto, molto urgenti. Per la donna non c’è stato nulla da fare. (Libertà)

Il terribile evento è accaduto intorno alle 13, la donna, sola in un campo, davanti un ristorante, si cosparge con un liquido e si dà fuoco. L’unico a cercare di spegnere le fiamme con un asciugamano un uomo: mentre la donna brucia, altri dal parcheggio riprendono la scena con il telefonino. (Quotidiano online)

È originaria di Pizzo la donna che ieri a Crema, in provincia di Cremona, si è data fuoco in una una piazza della cittadina ed è successivamente morta. La sindaca di Crema, Stefania Bonaldi, ha riportato su Facebook il racconto del soccorritore. (Soverato Web)

Solo poche settimane fa Crema è stata teatro di un’altra tragedia, la morte di Mauro Pamiro, nel cantiere di una casa in costruzione di Ombriano. Alle 22.30 è arrivato il medico legale per una prima ipotesi sulle cause del decesso: si propende per un suicidio. (Cremonaoggi)

“Ora chiediamo un intervento risolutivo sul tema: la Legge non può tollerare casi del genere, e senza pene e punizioni severe sarà impossibile invertire questa terribile rotta”, conclude. “Il web, i social, gli influencer pronti a tutto per apparire hanno incentivato una mentalità pericolosa e perversa, e questi episodi lo dimostrano” – dichiara il presidente Carlo Rienzi. (Salernonotizie.it)

E' l'unico a cercare di fare qualcosa: mentre la donna brucia, altri dal parcheggio riprendono la scena con il telefonino. Sconvolto dalla tragedia e dall'indifferenza dei presenti, il soccorritore scrive al sindaco di Crema, Stefania Bonaldi che pubblica il racconto "agghiacciante" e si chiede "cosa siamo diventati?". (Nuovo Sud)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr