Mancano i chip, stop della produzione fino al 26 maggio all'Electrolux di Porcia

Il Messaggero Veneto ECONOMIA

Raddoppiano i giorni di stop produttivo alla Electrolux di Porcia: dai 3 annunciati a inizio settimana, si passa a 6.

Il conto definitivo non c’è, ma il bilancio è decisamente pesante per la fabbrica di lavatrici pordenonese, la prima a patire le difficoltà della catena logistica globale dopo la prima emergenza Covid, poi a scontare i problemi della indisponibilità di materie prime e componenti, e oggi a sostenere gli effetti della politica “zero Covid” cinese che ha paralizzato non solo la produzione in quel Paese ma ha anche provocato un

La politica “zero Covid” della Cina manda di nuovo in tilt la catena logistica, cassa integrazione per un migliaio di dipendenti. (Il Messaggero Veneto)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Le vendite non si sono improvvisamente fermate ma stanno calando di settimana in settimana. Secondo i delegati Rsu di Susegana, «questa fermata segna una gelata più ampia di quanto dicono i giorni stessi» (Nordest Economia)

«L’azienda ci ha comunicato la chiusura dell’intero stabilimento per le giornate di lunedì 23, giovedì 26 e venerdì 27 maggio (oltre alla già comunicata chiusura di venerdì 20 maggio) – hanno fatto sapere le Rsu di Fim, Fiom e Uilm – (Il Messaggero Veneto)

Nel Friuli occidentale, situazione simile alla Savio di Pordenone, dove la cassa integrazione è in atto e durerà fino al 5 giugno Oggi l'azienda svedese ha comunicato alle Rsu lo stop della produzione da lunedì 23 a venerdì 27 maggio. (Il Friuli)

Quanto «vale» lo stop Calcolatrice alla mano, i tre giorni di stop a Susegana valgono 13.500 frigoriferi in meno. La newsletter del Corriere del Veneto Se vuoi restare aggiornato sulle notizie del Veneto iscriviti gratis alla newsletter del Corriere del Veneto. (Corriere della Sera)

La direzione Electrolux Susegana ha comunicato ai sindacati che il 30, il 31 maggio e l'1 giugno fabbrica resterà chiusa per calo vendite. Electrolux ha inoltre convocato un coordinamento nazionale per il 23 giugno per riferire su «eventi straordinari sugli assetti produttivi». (ilgazzettino.it)

Il colosso del tessile è costretto a fermarsi non per tre giorni, ma per le prossime tre settimane filate. E in una seconda grande azienda friulana, sempre insistente sul territorio della Destra Tagliamento, gli ammortizzatori sociali saranno prorogati per circa tre settimane. (ilgazzettino.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr