Carburanti, Codacons: è allarme prezzi dopo aumento accise

Finanza.com ECONOMIA

E’ l’allarme per gli effetti della riduzione del taglio delle accise disposto dal Governo. “Avevamo previsto un immediato rialzo dei listini dei carburanti alla pompa come conseguenza dell’aumento delle accise, e i numeri sul territorio ci danno ragione – spiega il presidente del Codancons Carlo Rienzi – Oggi un pieno costa in media 6,1 euro in più rispetto a novembre con un aggravio di spesa da +146 euro annui a famiglia, ma gli effetti più pesanti della misura adottata dal Governo si faranno sentire sui prezzi al dettaglio. (Finanza.com)

Su altri media

Il taglio delle accise su benzina, diesel e Gpl ha permesso, per quasi tutto il 2022, di rallentare la vertiginosa salita dei prezzi dei carburanti ma, dal primo dicembre, lo sconto è stato ridotto. Di conseguenza, i prezzi dei carburanti In Italia, stanno di nuovo risalendo. (AlVolante)

Davvero una una novità dal sapore amaro che arriva proprio sotto Natale, periodo nel quale le famiglie sono alle prese con regali che quest’anno saranno all’insegna del risparmio e soprattutto dell’originalità. (InvestireOggi.it)

Tornano le accise, la benzina sfiora i 2 euro: ecco i prezzi a Padova e provincia Aumento di 12 centesimi per la verde e il diesel e 2 per il gpl. I consumatori: «Automobilisti tartassati prima delle feste» (Il Mattino di Padova)

Caro carburanti: il prezzo della benzina ha ripreso a salire Caro carburanti (Yahoo Eurosport IT)

Una vera e propria gestazione quella delle accise sul carburante, che dopo 9 mesi di riduzione decisa a marzo dal Governo allora guidato da Mario Draghi, torna a fare capolino dal grembo della politica italiana. (LA NAZIONE)

La riduzione del taglio ha comportato l'immediato incremento dei costi di rifornimento di benzina e gasolio. A stabilire la modifica è stato il governo Meloni con un decreto lo scorso 23 novembre. (QuiFinanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr