Fedez, Sigfrido Ranucci difende la Rai ma non convince. E se avesse parlato di pedofili nella Chiesa?

Fedez, Sigfrido Ranucci difende la Rai ma non convince. E se avesse parlato di pedofili nella Chiesa?
LiberoQuotidiano.it CULTURA E SPETTACOLO

L'amico Sigfrido Ranucci, ottimo cronista e deus ex machina di Report, su questa personale opinione apparecchia la difesa della Rai sul caso Fedez.

La sintesi di Sigfrido è: Fedez si comporta come Fedez.

Una società di produzione che era stata incaricata dai sindacati, da una società che doveva gestire l'evento.

Dice un dirigente Rai: «Pensa se Fedez avesse parlato dei pedofili nella Chiesa?

Voglio ricordare che le voci maschili che parlano della telefonata di Fedez, di "un sistema", che non è giusto "fare i nomi", sono degli autori esterni alla Rai. (LiberoQuotidiano.it)

Su altre fonti

"Noi - incalza Ranucci nel comunicato - abbiamo come unico editore di riferimento il pubblico che paga il canone. (Rai News)

Il capo di imputazione modificato riguarda il secondo degli episodi contestati, e cioè la violenza sessuale di gruppo di cui sono accusati tre degli inquisiti: Ciro Grillo, Vittorio Lauria ed Edoardo Capitta. (Yahoo Notizie)

L'ex premier filmato in un autogrill con un uomo del Dis. Luciano Nobili: «Soldi Rai a una fonte tramite il Lussemburgo». Sigfrido Ranucci: «Folle»La Rai è il teatro di una nuova guerra politica. Prima il caso Fedez, che ha innescato la zuffa sul rinnovo dei vertici aziendali. (La Verità)

Caso Fedez. Ranucci: "Cortocircuito di comunicazione, censura mai avvenuta"

È un fatto grave, bisogna prendersi delle responsabilità. Questo secondo me è un fatto grave che bisognerà chiarire nelle sedi opportune.” Così il giornalista assicura di non aver mai subito nessuna censura da Rai3 per Report (Il Fatto Quotidiano)

È un fatto grave, bisogna prendersi delle responsabilità. Fabio Fazio ‘affronta’ il caso Fedez – Rai 3 approfittando dell’ormai consueto appuntamento a Che Tempo Che Fa con Sigfrido Ranucci e le anticipazioni della puntata di Report, in onda il lunedì in prima serata su Rai 3. (Tvblog)

Però bisogna mettere le cose in chiaro, l'azienda semmai deve fare autocritica nella gestione di questi eventi, nel lasciare che vengano gestiti da personaggi che poi rispondono alla politica" "E' stata una brutta pagina, sono contento che la Rai abbia chiesto scusa, come solo le grandi aziende sanno fare. (Brescia Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr