Ibra ci prova, Lukaku ci riesce: la rivincita dopo lo scontro è tutta di Big Rom

Ibra ci prova, Lukaku ci riesce: la rivincita dopo lo scontro è tutta di Big Rom
La Gazzetta dello Sport SPORT

Altro che "little donkey", come l'ha chiamato Ibra in quella sfida di coppa, finalmente pronta per essere mandata in archivio

Il "derby dei derby", com'era stato ribattezzato, visto che sul tavolo (pardon: sul prato) c'era la leadership della Serie A dopo anni e anni.

Lukaku storico — Lukaku, invece, col passare dei minuti non è calato per niente, anzi.

L'interista Lorenzi nel '50 e il milanista Benetti '73 s'erano fermati a 4 di fila in campionato. (La Gazzetta dello Sport)

Ne parlano anche altri media

Non era però scontato che le prestazioni potessero rispettare il peso dei milioni e delle aspettative, tutt’altro Più in generale l’esaltazione del singolo mal si concilia con il nostro spirito, e spesso comporta una semplificazione che alimenta quella banalità del top player ridotta quasi a una sineddoche del gioco: un solo uomo per sintetizzare tutto. (Sport Mediaset)

Spero che con Lukaku si chiuda tutto con una stretta di mano o con un abbraccio“ Paolo Maldini ha preso la parola a pochi minuti dal calcio d’inizio di Milan-Inter. (CalcioMercato.it)

Zlatan che saluta mentre i compagni affondando è l’immagine finale di una domenica dalla quale il Diavolo esce con le ossa rotte e le ambizioni spuntate. I rossoneri perdono il derby e lo fanno anche male: a San Siro finisce 3-0 per i rivali cittadini. (TUTTO mercato WEB)

Lukaku, lo Sheva dell'Inter. A Milano l'uomo derby cambia maglia

Urla «Io, io» e aspetta l’abbraccio dei compagni in campo e di quelli in panchina Il belga mette a segno il definitivo 3-0 dei nerazzurri | CorriereTv. Esplode la gioia di Lukaku e dei nerazzurri dopo il 3-0 del belga ai rossoneri nel derby di ritorno in Serie A (Living)

E così Ibrahimovic e Lukaku si sono limitati a qualche sguardo in lontananza, pizzicato dalle telecamere. Una partita nella partita, in Milan-Inter, che di fatto si è giocata soltanto a distanza. (Sport Fanpage)

74 Il calcio è meraviglioso anche perché vive di ere , sempre segnate da calciatori che diventano icone di un momento destinato a rimanere impresso per sempre. In queste anse temporali si inseriscono gli uomini derby , giocatori che più di altri sanno mantenere il sangue freddo quando attorno sale la pressione. (Calciomercato.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr