In Toscana stop sacchi rossi per rifiuti Covid, cambia raccolta

In Toscana stop sacchi rossi per rifiuti Covid, cambia raccolta
Sky Tg24 INTERNO

- FIRENZE, 11 GEN - Cambia in Toscana la modalità di raccolta dei rifiuti per i cittadini positivi al Covid e si archivia la fase dei sacchetti rossi.

I rifiuti, si spiega, dovranno essere conferiti nell'indifferenziato usando almeno due sacchetti uno dentro l'altro, chiusi bene e abbastanza resistenti, per ridurre il rischio di eventuali rotture.

Con la nuova ordinanza i rifiuti saranno dunque conferiti nell'indifferenziato ed esposti con le modalità tipiche di ciascun territorio". (Sky Tg24)

Ne parlano anche altri giornali

Il nuovo e semplificato sistema di raccolta è stato presentato ieri, 11 gennaio, dal presidente Giani insieme all’assessora all’ambiente Monia Monni, al presidente di Anci toscana Matteo Biffoni e al presidente di Presidente di Confservizi Cispel Toscana Nicola Perini. (La Voce Apuana)

I cambiamenti sono stati. Con la nuova fase acuta della pandemia cambiano anche le modalità di conferimento e raccolta rifiuti domestici da parte di Alia Servizi Ambientali per soggetti positivi in isolamento domiciliare. (La Nazione)

Con la nuova ordinanza – aggiunge Monni- i rifiuti saranno dunque conferiti nell’indifferenziato ed esposti con le modalità tipiche di ciascun territorio. Credo sia giusto semplificare la vita dei tanti cittadini che stanno affrontando il Covid, con queste ultime ordinanze sono stati fatti passi avanti importanti” (Il Filo del Mugello)

Stop ai sacchi rossi per chi è in quarantena Cambia la raccolta rifiuti, restano i problemi

Eventuali oggetti voluminosi nonputrescibili, come scatole ed altri imballi, possono essere accumulati e conferiti al termine dell’isolamento. 2) Il conferimento dovrà avvenire utilizzando due o tre sacchetti resistenti posti l'uno dentro l’altro. (valdinievoleoggi.it)

Dovrà anche in questo caso essere utilizzato il doppio sacchetto: sacco del multimateriale all’interno del sacco viola. In questo modo non sarà più necessario attivare il servizio dedicato, ma basterà fruire della raccolta ordinaria secondo quanto già previsto dai calendari di raccolta. (LuccaInDiretta)

Quattrocento utenze Covid da gestire nei primi giorni di novembre, un migliaio a partire da inizio dicembre e 4.178 richieste il 10 gennaio. Con la nuova ordinanza della Regione, da martedìi rifiuti delle persone positive in isolamento domiciliare non dovranno più essere messi nei sacchi rossi, né differenziati. (LA NAZIONE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr