Non solo Romito: anche La Bandiera di Civitella Casanova tra i migliori ristoranti Gambero Rosso 2022

Non solo Romito: anche La Bandiera di Civitella Casanova tra i migliori ristoranti Gambero Rosso 2022
IlPescara CULTURA E SPETTACOLO

Presentata la nuova guida dei migliori ristoranti 2022 di Gambero Rosso e una menzione d’onore spetta anche a La Bandiera di Civitella Casanova.

Un riconoscimento speciale, che mette in luce il grande talento e la bontà degli ottimi piatti, uniti a un servizio impeccabile, de La Bandiera

Al locale è stato conferito il premio speciale Ferzo Wines qualità/prezzo.

(IlPescara)

Su altri media

Aumentano le Tre Forchette (che sono in totale 41) con quattro nuovi ingressi tra i grandi della cucina italiana, così come i Tre Gamberi che passano a 32. Una sorta di legge darwiniana dell’alta cucina italiana. (Il Fatto Quotidiano)

di Andrea Tramonte. È nato da poco tempo ma nel giro di un paio di anni ha scalato le vette della cucina in Italia. La guida recensisce 60 ristoranti sardi divisi per città e paese. (SardiniaPost)

Due forchette anche per “I Sarti del Gusto” di Cagliari e “Somu” di Baja Sardinia. Tra le top novità della guida Michelin targata 2022 troviamo il “Somu” di Baia Sardinia, il “Fradis Minoris” di Pula e il “Gusto by Sadler” di San Teodoro. (vistanet)

Ristorazione, tornano le guide e le classifiche Michelin e Gambero Rosso 2022

Per il Veneto Tre Forchette alle Calandre (94 punti) degli Alajmo e alla Peca (90) dei Portinari, in Friuli Venezia Giulia Scarello (Agli Amici, Udine) e Meroi (Laite, Sappada). Tre «cocotte» per l’Amo (Alajmo, Venezia), il massimo per la categoria «bistrot» (Corriere della Sera)

Aumentano le Tre Forchette, il massimo riconoscimento per i ristoranti, che salgono a quota 41, con quattro new entry. Sono 11 i locali che guadagnano Tre Bottiglie, mentre i Tre mappamondi sono 4, le Tre Coccotte 3 e i Tre Boccali 4. (Onda Tv)

Aumentano gli esercizi segnalati con "Tre Gamberi" che passano a 32 e salgono a 42 i Premi speciali. La ristorazione italiana può tornare ad essere un volano per tutto l'agroalimentare italiano, grazie ad un vero gioco di squadra e all'indispensabile supporto delle istituzioni (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr