Mercati, la Fed rimanda le decisioni a settembre

Bluerating.com ECONOMIA

Il presidente della FED decide di rimanere colomba ancora per un po’ di tempo per valutare i possibili effetti dell’espansione della variante delta sulla crescita economica e l’andamento dell’inflazione.

La politica monetaria rimarrà accomodante fino a che gli obiettivi di stabilità dei prezzi e di piena occupazione non saranno raggiunti.

Powell cambierà la politica monetaria solamente in caso di miglioramenti nel mondo del lavoro o in caso di una inflazione ben superiore ai target prefissati dalla banca centrale. (Bluerating.com)

Se ne è parlato anche su altri media

Powell tuttavia ha precisato che prima di ridurre il ritmo degli acquisti è necessario che le aziende incrementino ancora il numero delle assunzioni. Filippo Diodovich, Senior Strategist di IG Italia, ha affermato che in realtà Powell mantiene una posizione accomodante aspettando ancora l'evolversi della situazione economica. (Investire.biz)

Non abbiamo raggiunto ancora quella situazione caratterizzata da ulteriori progressi significativi. Il presidente della banca centrale Usa, Jerome Powell, ha nuovamente frenato le speculazioni su un imminente tapering del QE. (Finanzaonline.com)

Da un lato, Powell ha quasi gigioneggiato, parlando di un’economia Usa tanto forte da potersi fare beffe – per ora – della mutazione del virus. E rivendicando la sua scelta con i timori per i rischi che un’eccessiva tolleranza verso tassi ultra-bassi per un periodo infiniti di tempo può comportare. (Il Sussidiario.net)

Questo articolo è stato scritto in esclusiva per Investing. La Fed ha notato molte volte che vorrebbe vedere una serie di solidi report sull’occupazione. (Investing.com)

E come comunicherà la Fed i suoi piani di riduzione nel tentativo di alleviare la volatilità del mercato? C’è più spazio per la discussione intorno a ciò che “ulteriori progressi sostanziali” significhi per il mercato del lavoro statunitense. (lamiafinanza)

Nel comunicato della Banca centrale si riconosce che la situazione migliora e quindi si avvicina la discussione sul tapering. Segnale distensivo di Pechino verso i mercati: ancora permesse le quotazioni negli Usa, gli indici rimbalzano. (Manfredonia News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr