Nuove disposizioni Astrazeneca, le anticipazioni delle seconde dosi sono riservate solo agli ultra sessantenni

da Bitonto SALUTE

In seguito alle ultime raccomandazioni della struttura commissariale vaccini, sull’impiego del vaccino Astrazeneca, ASL Bari comunica che le anticipazioni delle seconde dosi Astrazeneca in programma da lunedì 14 giugno saranno riservate soltanto agli ultrasessantenni.

Restano invece invariate le date delle seconde dosi per i soggetti con età inferiore ai 60 anni ai quali sarà somministrato vaccino Pfizer o Moderna. (da Bitonto)

La notizia riportata su altre testate

Dopo lo stop ad Astrazeneca per gli under60 la Regione mira comunque a confermare tute le prenotazioni, anche se la raccomandazione del Cts per 'tagliare' Az ai giovani può portare a difficoltà della disponibilità degli altri due sieri a mRna. (BolognaToday)

Stop all’utilizzo di AstraZeneca per gli under 60. Si fermano anche i richiami col preparato Vaxzevria per chi ha già fatto la prima dose. (Corriere della Sera)

O terzo, o quarto: ormai si è perso il conto. Restando ad AZ - la nuova circolare del ministero prevede l’utilizzo solo per persone di età uguale o superiore ai 60 anni, gli under 60 che abbiano già ricevuto la prima dose faranno il richiamo con Pfizer o Moderna - le Asl riprogrammano le convocazioni: nei prossimi giorni in Piemonte andranno ricalendarizzate quasi 50 mila seconde dosi per under 60 (di queste, 5. (La Stampa)

Risultati non entusiasmanti nella quattro giorni Pfizer promossa dalla Asl Napoli 1: un open day iniziato giovedì e in conclusione oggi a Napoli. Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati (ilmattino.it)

Caos anche per Johnson e Johnson. Le Regioni vanno alla rinfusa anche sul vaccino monodose Johnson e Johnson. 5 ' di lettura. Il richiamo per chi ha fatto AstraZeneca è fonte di dubbi e incertezze per 900mila italiani. (The Wam)

Vaccino, ora è possibile spostare l'appuntamento anche per il richiamo di Alessandro di Maria. Non solo la prima dose, la Regione consente adesso di cambiare data, anticipando o posticipando, anche per la seconda somministrazione (La Repubblica Firenze.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr