L’Italia di João Pedro

L’Italia di João Pedro
Altri dettagli:
Indiscreto SPORT

E poi magari finirà come con Amauri, fra l’altro onesto nel dire che potendo scegliere avrebbe sempre scelto il Brasile

L’Italia non ha alcun merito nella creazione del calciatore João Pedro, così come per Jorginho e Emerson Palmieri, quindi non dovrebbe poter beneficiare delle sue prestazioni.

A prescindere dalla risposta, la domanda è comunque triste perché significa che l’Italia negli ultimi dieci anni non ha prodotto prime punte decenti, a parte i vituperati Immobile e Balotelli, senza sottilizzare sulle differenti caratteristiche di João Pedro. (Indiscreto)

Se ne è parlato anche su altre testate

L’Italia, dunque, potrebbe avere presto un nuovo attaccante, soprattutto in previsione dei delicati playoff dei Mondiali di marzo Mancini erano allo stadio per visionare il capitano del Cagliari. (SpazioJ)

Se l'attaccante del Cagliari ha dichiarato che il solo pensiero azzurro gli mette i brividi, il presidente Figc, Gabriele Gravina, ricorda la decisione presa relativamente alla valorizzazione dei giovani italiani in uscita dai nostri vivai, progetto condiviso con Mancini e lo staff azzurro. (TUTTO mercato WEB)

L’idea lanciata dal ds Stefano Capozucca, dunque, sta già prendendo forma Joao Pedro, attaccante e capitano del Cagliari, potrebbe già aggregarsi al gruppo della Nazionale dal prossimo gennaio. (Calcio News 24)

“La Nazionale è come andare in guerra, se devo sarà col Brasile”: ora Joao Pedro ha cambiato idea

Ma non dimentichiamo la valorizzazione dei giovani». Alla Nazionale di Roberto Mancini mancano i gol? Della possibilità di dotare l’organico di Mancini di un’altra potenziale bocca di fuoco in vista dei prossimi, delicati impegni, ha parlato anche il presidente della Figc Gravina: «Joao Pedro? (Corriere della Sera)

Le difficoltà offensive mostrate dalla Nazionale Italiana hanno spinto il CT Roberto Mancini a vagliare altre soluzioni per l'attacco, compresa la possibilità di convocare qualche nuovo calciatore. : Getty - Joao Pedro Cagliari. (SpazioNapoli)

Preferisco non andare mai più in Nazionale, cosa che può succedere, piuttosto che andare nella Nazionale italiana, non importa quanto io abbia la cittadinanza". “La Nazionale è come andare in guerra, se devo sarà col Brasile”: ora Joao Pedro ha cambiato idea Roberto Mancini potrebbe convocare Joao Pedro già per lo stage dell’Italia a fine gennaio, in modo da consentirgli di inserirsi al meglio in vista dei playoff mondiali. (Fanpage)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr