Polemiche sul vaccino AstraZeneca, per l'ASL Napoli è "psicosi". Vaccini a rilento in Campania

Polemiche sul vaccino AstraZeneca, per l'ASL Napoli è psicosi. Vaccini a rilento in Campania
CalcioNapoli24 ECONOMIA

Ultimissime notizie vaccini.

Un dato confermato anche dal manager della Napoli 1, Ciro Verdoliva: "Per lo più riferiscono di episodi di nausea, lieve febbre e astenia.

Effetti su cui i nostri medici non hanno espresso alcuna preoccupazione.

Vaccini a Napoli. Nel frattempo a Napoli la campagna vaccinale prosegue a rilento per via dei forti ritardi nella distribuzione del vaccino da parte di AstraZeneca Oxford. (CalcioNapoli24)

Su altri media

Roma, 23 feb. (LaPresse) – Gli stipendi dei dipendenti di Alitalia per il mese di febbraio verranno pagati in ritardo, come già successo a gennaio. (LaPresse)

Il titolo invece è stato: bloccano la somministrazione del vaccino Astrazeneca in Sud Africa. 22 febbraio 2021 a. a. a. "Questo accanimento sul vaccino AstraZeneca non si giustifica": a parlare in questi termini è Piero Di Lorenzo, presidente e amministratore delegato di Irbm Pomezia, l'azienda italiana che ha preso parte allo sviluppo del farmaco. (Liberoquotidiano.it)

La mancata autorizzazione del Ministero della Salute per l’impiego del vaccino AstraZeneca sulla fascia d’età che va dai 55 ai 65 anni. Si sospettano corsie preferenziali, senza rispettare i criteri di priorità: gli insegnanti over 55 convocati e poi rimandati a casa diventano un caso. (Il Capoluogo)

Vaccino Astrazeneca alle Forze dell'Ordine: si parte

Una soluzione più immediata alla penuria di vaccini non potrebbe essere vendere il brevetto e consentire ad altri, nei vari Stati, di produrli? Aifa sconsiglia l’utilizzo del vaccino di AstraZeneca per gli over 65, perché non ci sarebbero abbastanza dati sull’efficacia per quella fascia di età. (il Giornale)

«La maggior parte delle reazioni avverse si risolve entro 2-3 giorni dalla vaccinazione», proseguono dall’azienda sanitaria. BELLUNO. Una ventina di prof a letto con febbre alta (anche a 39°), dolori alle ossa e mal di testa. (Corriere Delle Alpi)

Chi deve sottoporsi a vaccino si deve presentare all’orario fissato per l’appuntamento presso la sede vaccinale (Centro prelievi dei relativi ospedali) con un documento di identità valido. Sono partite oggi, 22 febbraio, nelle sedi Isontine di ASUGI, le vaccinazioni anti Covid-19 di tutte le Forze dell’Ordine, inclusa la Polizia Locale. (TriestePrima)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr