Emiliano su Pasqua e Pasquetta: «Autogestitevi, non pretendete controlli»

AltamuraLive INTERNO

«Evitate per favore i contatti, vi prego di autogestirvi e di comprendere che anche solo fare gli auguri ad una persona cara, può innescare una catastrofe.

Diciamolo chiaramente, non pretendete dallo Stato ciò che poi voi stessi non siete in grado di fare da soli, facendo funzionare il cervello»

Le messe si possono seguire in tv, si possono fare per tv e per telefono tutti quelli adempimenti che è possibile fare di persona» le parole del governatore pugliese. (AltamuraLive)

Ne parlano anche altre fonti

Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Affermazioni che stanno facendo anche discutere le redazioni di alcune testate giornalistiche telematiche. (VideoAndria.com)

Il totale di casi positivi registrati nelle singole Province pugliesi dall'inizio dell'emergenza. L'aggiornamento quotidiano sul numero dei guariti e dei deceduti in Puglia. Gli attualmente positivi, la percentuale dei ricoverati e il numero di pazienti in terapia intensiva in Puglia. (BisceglieViva)

Parole pesantissime, che lasciano intendere che la situazione nella regione sia ormai fuori controllo. Parliamoci chiaro, non pretendete dallo Stato ciò che voi stessi poi non siete in grado di fare da soli, facendo funzionare un po’ il cervello” (Corriere di Taranto)

Lo dice il governatore pugliese Michele Emiliano parlando a Sky in un intervento in cui ha anche parlato dei controlli che in questo giorni del weekend pasquale saranno effettuati.«Evitate per favore i contatti, vi prego di autogestirvi e di comprendere che anche solo fare gli auguri ad una persona cara, può innescare una catastrofe. (BarlettaViva)

A dichiararlo, in una nota congiunta, è il gruppo regionale di Fratelli d’Italia. Prendiamo così atto che siamo di fronte a un presidente della Regione che pensa che i pugliesi siano stupidi e non fanno funzionare il cervello – conclude Fratelli d’Italia - (Il Quotidiano Italiano - Bari)

"Chiediamo - concludono - di dare priorità alla scuola, ai nostri ragazzi e ragazze, alle nostre bambine ed ai nostri bambini, da un anno cittadini dimenticati dai decisori politici" Questo non vogliamo che continui, è importante che anche la Regione Puglia si adegui alle direttive nazionali". (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr