Ucraina, Zelenski: "Amnesty vuole amnistia per la Russia"

Ucraina, Zelenski: Amnesty vuole amnistia per la Russia
Per saperne di più:
Tag24 ESTERI

Amnesty International, tuttavia, nel suo rapporto ha insistito sul fatto che le tattiche ucraine “non giustificano in alcun modo gli attacchi indiscriminati russi” che hanno colpito le popolazioni civili

Zelensky: “L’Ucraina non entrerà nella Nato” La cornice è quella della Joint Expedition Force, alleanza di cui … Leggi tutto. Ucraina.

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky ha accusato Amnesty International di “aver tentato di concedere l’amnistia allo stato terrorista” della Russia, dopo che l’Ong ha accusato Kiev di mettere in pericolo i civili. (Tag24)

Su altre fonti

“Non ci è permesso dire nulla su cosa fa l’esercito, ma siamo noi a pagare le conseguenze”, ha detto ad Amnesty International un sopravvissuto all’attacco. E' quanto ha dichiarato Amnesty International al termine di una ricerca durata diverse settimane, tra aprile e luglio, nelle regioni di Kharkiv, del Donbass e di Mykolaiv. (Adnkronos)

Il settore della società civile ucraina è una forza chiave per un cambiamento positivo con una comprovata esperienza nel raggiungimento di risultati In effetti, la combinazione delle maggiori risorse occidentali con le attitudini uniche della società civile ucraina potrebbe avere un impatto significativo sul futuro corso dell’intero conflitto. (L'Indro)

I russi lo sostenevano dall’inizio della guerra, giustificando in questo modo i violentissimi attacchi missilistici e di artiglieria su obiettivi i civili. (Il Giornale d'Italia)

Operazioni da case, ospedali e scuole, Amnesty accusa: "Le forze di Kiev hanno messo a rischio i civili"

Tutte le parti in conflitto devono sempre distinguere tra obiettivi militari e obiettivi civili e prendere tutte le precauzioni possibili, anche nella scelta delle armi da usare, per ridurre al minimo i danni ai civili. (Le persone e la dignità)

Lo denuncia Amnesty International dopo una ricerca condotta tra aprile e luglio nelle regioni di Kharkiv, del Donbass e di Mykolaiv. "La maggior parte dei centri abitati dove si trovavano i soldati ucraini era a chilometri di distanza dalle linee del fronte e, dunque, ci sarebbero state alternative: l'esercito ucraino è venuto meno al dovere" di "proteggere" i civili (Gazzetta di Parma)

A Bakhmut, il 21 maggio, un attacco delle forze russe ha colpito un edificio universitario usato come base militare dalle forze ucraine uccidendo sette soldati Il 28 aprile un attacco aereo russo ha ucciso due impiegati di un laboratorio medico alla periferia di Kharkiv dopo che le forze ucraine avevano installato una base nelle immediate adiacenze. (Dire)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr