Bonus edilizi: quando c'è reato?

La Legge per Tutti ECONOMIA

Bonus edilizi: quando si rischia il reato?

Prosegui nella lettura se vuoi sapere quando c’è reato con i bonus edilizi.

Chi beneficia del Superbonus 110% oppure degli altri bonus edilizi rischia di commettere reato quando:. i lavori non vengono svolti , oppure riguardano interventi differenti rispetto a quelli ammessi al beneficio e indicati nelle fatture.

Insomma, per commettere i reati collegati all’illecita percezione dei vantaggi dei bonus edilizi occorre il dolo, cioè la consapevolezza del reato; al contrario, la buona fede e la totale inconsapevolezza dell’illecito escludono il reato

Quando c’è reato per i bonus edilizi?

(La Legge per Tutti)

Su altre testate

leggi anche Bonus casa 2022 in Legge di Bilancio: tutte le novità per i lavori edilizi. Superbonus 110% e bonus casa: la cessione parziale del credito. È possibile optare anche per la cessione parziale del credito. (Money.it)

È prevista, inoltre, una detrazione Irpef, entro l’importo massimo di 96.000 euro, anche per chi acquista fabbricati a uso abitativo ristrutturati. Si va dal superbonus, allo sconto per le ristrutturazioni ordinarie agli incentivi per i mobili e i rubinetti fino allo sconto per il rifacimento delle facciate. (ilgazzettino.it)

Lo sconto in fattura e la cessione del credito superbonus e altri bonus edilizi. Grazie alla previsioni di cui all’art.121 del D.L. Si tratta di due nuove applicativi predisposti dall’Amministrazione Finanziaria e in uso alla Guardia di Finanza, volti a contrastare le frodi in materia di cessione del credito superbonus e altri bonus edilizi. (Investire Oggi)

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube. Fonte: Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Ti consigliamo anche: Anche in questo caso, tuttavia, ci sono delle novità: innanzitutto l’utilizzo del bonus sarà possibile fino al 2024 per chi non ne ha ancora usufruito. (greenMe.it)

Interventi di efficientamento energetico. Il Superbonus 110% sarà ancora esteso alle villette e alle case unifamiliari senza più il vincolo dell'Isee di 25 mila euro. (Gazzetta del Sud)

Ora anche ANCI ha scritto al Governo per sollecitare la copertura anche degli altri. Il Comune si è candidato a ottenere un contributo di cinque milioni di euro per la riqualificazione del bocciodromo e di Palazzo Casanova, che attualmente ospita la biblioteca e i Servizi sociali. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr