Covid, PIL Italia ai livelli del 1993. Visco: "Essenziale attuare riforme"

Teleborsa ECONOMIA

"L'- ha proseguito Visco - ha dimostrato che, nel breve termine, la crescita economica dipende da diversi fattori, spesso imprevedibili.

"Affrontare le difficoltà create dalla pandemia in tutto il mondo - ha detto Visco - è chiaramente il massimo problema urgente.

Alla lunga, invece, i miglioramenti dellaper lo sviluppo economico e il fattore più importante che spiega le differenze di reddito tra paesi e PIL". (Teleborsa)

Su altre fonti

Visco ha poi indicato la ricetta per tornare a una crescita sostenibile: «L’assett principale su cui investire è la conoscenza e bisogna poi attuare misure che rimuovano gli ostacoli che frenano l’innovazione del Paese». (Il Piccolo)

Il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco vede in queste due direttrici la cura migliore e indispensabile per riportare l’Italia a crescere. “Il Pil ha fatto un balzo indietro di 30 anni. (FIRSTonline)

Le banche centrali”, ha detto, “hanno utilizzato un’ampia gamma di strumenti per garantire condizioni monetarie più accomodanti, contrastare le tensioni sui mercati e sostenere i prestiti a famiglie e imprese” . (Verde Azzurro Notizie)

Visco: “Il Pil italiano è tornato ai livelli di 30 anni fa, occorre togliere ostacoli all’innovazione” (Di venerdì 4 settembre 2020) Il Governatore della Banca d’Italia è intervenuto all’Esof di Trieste mettendo in guardia sul ranking del nostro paese: il più basso dell’OCSE Leggi su lastampa. (Zazoom Blog)

(ITALPRESS) – I ritardi in Italia nel campo della conoscenza sono tra le cause della crescita al rallentatore degli ultimi 30 anni. Per Visco “un annoso problema in Italia è legato al basso livello di spesa in ricerca e sviluppo (R&S). (ilnordestquotidiano.it)

Nessun “altro paese ha registrato un tale enorme salto indietro perchè altrove la crescita in passato è stata più robusta”. Inoltre “i dati mostrano che gli italiani non frequentano la scuola abbastanza a lungo”. (Icona News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr