Terremoto giudiziario a Salerno: indagini partite da denunce di ex consigliere

Terremoto giudiziario a Salerno: indagini partite da denunce di ex consigliere
Approfondimenti:
Info Cilento INTERNO

L’inchiesta giudiziaria che ha generato una vera e propria bufera al Comune di Salerno è partita in qualche modo dalle denunce alla magistratura fatte dall’ormai ex consigliere Comunale Giuseppe “Peppe” Ventura.

Zoccola poi dice a Savastano che alle elezioni regionali l’allora assessore Caramanno avrebbe sostenuto Simone Valiante

Sarebbe stato lui il primo a sollevare una serie di dubbi sui rapporti tra le Coop e l’amministrazione civica. (Info Cilento)

Su altre testate

Il messaggio audio, bollato subito come "fake news" dal sindaco uscente e ricandidato Vincenzo Napoli, è risultato autentico a seguito di indagini condotte dalla Squadra mobile di SALERNO, coordinata dalla Procura salernitana. (ROMA on line)

A finire ai domiciliari anche qualche pezzo grosso, tra cui Giovanni "Nino" Savastano, ex assessore alle Politiche sociali del Comune di Salerno e attuale consigliere regionale della Campania. Eletto con ben 16.857 preferenze, è stato assessore al Comune di Salerno negli anni in cui De Luca ricopriva la carica di primo cittadino. (Liberoquotidiano.it)

In verità, pare che al primo cittadino non venga attribuita alcuna condotta specifica, né alcun interessamento concreto rispetto alla relativa procedura amministrativa. Dopo l’inchiesta giudiziaria sui rapporti tra Comune di Salerno e cooperative, che lo vede coinvolto, il sindaco Vincenzo Napoli chiarisce la sua posizione attraverso una nota a firma dell’avvocato Cecchino Cacciatore. (SalernoToday)

Il “sistema Salerno” e l’inchiesta sul consigliere Savastano: nelle carte pure la cena…

Lo stesso sindaco Enzo Napoli è indagato per turbativa d’asta, ma spiega che è totalmente estraneo e ha fiducia nella magistratura. La minaccia agli operai. Giovedì 30 settembre a Salerno è il penultimo giorno di campagna elettorale per l’elezione del sindaco. (Domani)

Parole che hanno un sapore profetico, che in tanti avevano letto come una bocciatura di carattere politico ed amministrativo ma che, forse, si riferivano già a comportamenti border line, tenuti prima e durante la campagna elettorale. (Agenda Politica)

Franco: nò, voglio dire non ci stanno altri esponenti politici spero, …. Vittorio: no … no … qua/i esponenti politici … nessuno! È il “sistema Salerno” che fa da sfondo all’arresto di Giovanni Savastano detto Nino. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr