Dagli Usa 15 milioni di dollari per far rivivere il mammut

Dagli Usa 15 milioni di dollari per far rivivere il mammut
Giornale di Sicilia SCIENZA E TECNOLOGIA

Quindici milioni di dollari (circa 12,7 milioni di euro) per far rivivere il mammut lanoso, una specie scomparsa 4.000 anni fa e che il genetista americano della Harvard University, George Church, vuole ricreare in laboratorio grazie ai passi avanti fatti dalla genetica negli ultimi anni.

Finora questo progetto "è stato in secondo piano, francamente. ma ora possiamo davvero farlo", commenta Church: "Questo cambierà tutto". (Giornale di Sicilia)

La notizia riportata su altri giornali

Come creare un ibrido elefante-mammut Come pubblicato sul quotidiano britannico The Guardian, gli scienziati guidati da Church vorrebbero creare un ibrido elefante-mammut sviluppando embrioni in laboratorio con il Dna della specie scomparsa ormai da millenni. (Sky Tg24 )

Creato dall’imprenditore Ben Lamm e dal genetista George Church, Colossal intende inserire sequenze di DNA di mammut lanosi, raccolte da resti conservati nel suolo siberiano, nel genoma degli elefanti asiatici, al fine di creare una specie ibrida. (Seven Press)

Tuttavia, Dalén si chiede "quale sarebbe il punto" della ricerca in corso: "Anzitutto - sottolinea - non si ottiene un mammut, ma un elefante peloso con depositi di grasso" Quindici milioni di dollari (circa 12,7 milioni di euro) per far rivivere il mammut lanoso, una specie scomparsa 4.000 anni fa e che il genetista americano della Harvard University, George Church, vuole ricreare in laboratorio grazie ai passi avanti fatti dalla genetica negli ultimi anni. (Gazzetta del Sud)

Azienda americana vuole riportare in vita i mammut lanosi - Ilmetropolitano.it

I mammut lanosi geneticamente modificati potrebbero in particolare “dare nuova vita alle praterie artiche”, che consentono di catturare l’anidride carbonica e rimuovere il metano, due gas serra, secondo Colossal. (RagusaOggi)

Sono molte le specie animali e vegetali minacciate di estinzione, come dimostrano anche gli ultimi allarmi lanciati dall’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura. L’impresa è nata dall’idea visionaria dell’imprenditore Ben Lamm e del biologo della Harvard University George Church. (greenMe.it)

I mammut lanosi geneticamente modificati potrebbero in particolare “dare nuova vita alle praterie artiche”, che consentono di catturare l’anidride carbonica e rimuovere il metano, due gas serra, secondo Colossal. (ilMetropolitano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr