Zona rossa, la mossa delle Regioni per evitarla: «Dati senza asintomatici». Stop dell'Iss

Zona rossa, la mossa delle Regioni per evitarla: «Dati senza asintomatici». Stop dell'Iss
ilmessaggero.it INTERNO

CADENZA. Discorso differente è quello della diffusione quotidiana dei dati del numero dei positivi, uno degli argomenti all’ordine del giorno della riunione del Cts, fissata per oggi.

Una persona che risulti positiva, che è asintomatica e che ha ricevuto già la dose booster, dopo cinque giorni senza sintomi deve essere libera.

Molte Regioni rischiano il passaggio a un livello di allerta più alto (arancione o rosso) se prosegue l’aumento dei ricoveri. (ilmessaggero.it)

Su altre testate

CADENZA. Discorso differente è quello della diffusione quotidiana dei dati del numero dei positivi, uno degli argomenti all’ordine del giorno della riunione del Cts, fissata per oggi. Le Regioni chiedono anche di semplificare la fine dell’isolamento per un vaccinato con tripla dose positivo e asintomatico: «Liberiamolo dopo cinque giorni senza tampone». (ilmessaggero.it)

L'intervista a Ugo Trama dell'Unità di crisi. Più facile entrare nella rete dei contagiati, più facile uscirne. "Si snellita la procedura tenendo conto dei cambiamenti del virus - conclude Trama - Oggi, con i vaccini, non abbiamo molti accessi in terapia intensiva, se non per coloro che soffrono di altre patologie" (NapoliToday)

Un’apertura però Speranza l’ha fatta, ed è sullo scorporo dei ricoveri asintomatici dal computo dei letti attribuiti ai pazienti Covid. Questo significa che il paziente positivo senza sintomi non è un caso da trattare come paziente Covid», ha messo in chiaro (Il Piccolo)

Le Regioni e le nuove regole per convivere con il virus: "Ridurre la quarantena, eliminare il tampone ed escludere i positivi asintomatici”

“Stop al tamponificio, si facciano i test solo a chi sta male altrimenti non saremo travolti dai malati ma dalle carte e dai tamponi“ ha chiosato il governatore ligure Giovanni Toti. Per questo hanno preparato una lettera per il ministero della Salute e l’Istituto superiore di sanità (Iss) in cui chiedono di cambiare alcune misure. (Quotidiano online)

La Lombardia intanto si muove in autonomia: “Per dare una rappresentazione più realistica della pressione sugli ospedali“, distinguerà tra ricoverati per Covid e quelli con Covid. Roma, 13 gen – Scontro Regioni-governo sul bollettino Covid: per gli amministratori locali gli asintomatici non vanno contati, bisogna tenere conto soltanto di chi ha sintomi e dei ricoveri. (Il Primato Nazionale)

La sintesi per le regioni la fa l’assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato: «Continuando di questo passo tra positivi in quarantena e guariti che non riescono a farsi riattivare il Green Pass perché il sistema sta andando in tilt a metà febbraio il Paese collassa. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr