Caos AstraZeneca tra timori e rinunce alla seconda dose del vaccino

Caos AstraZeneca tra timori e rinunce alla seconda dose del vaccino
Libertà SALUTE

E si fanno i conti con timori crescenti, tanto che da stime non ufficiali un 8 per cento dei già prenotati al vaccino AstraZeneca ieri a Piacenza non si è fatto avanti.

Ieri mattina intanto sono state bloccate a Piacenza le prenotazioni su AstraZeneca, con qualche sconcerto da parte di chi era comunque deciso a mettersi in lista

A chi ha meno di 60 anni verrà proposto Pfizer BioNTech.

Come continuare nel piano vaccinale dopo questo scossone?

Caos AstraZeneca, fra dubbi su come muoversi, se prenotarsi o evitare, se confermare la seconda dose. (Libertà)

Se ne è parlato anche su altre testate

Ma è indubbio che la figura che questa autorità ha fatto in queste settimane non aiuta nessuno, né gli Stati, né i cittadini. Se la scienza è associabile all'Ema, la European Medicines Agency, l'agenzia europea del farmaco, siamo messi malissimo. (LiberoQuotidiano.it)

L’assessore alla ricerca Covid Matteo Marnati sostiene che le rinunce “siano il frutto di una cattiva comunicazione da parte di Ema”. In alcune province della Sicilia le rinunce alla somministrazione del vaccino AstraZeneca anti-Covid sfiorano punte del 70% degli aventi diritto. (L'HuffPost)

La Germania è stato il primo Paese d’Europa a lanciare l’allarme sui rischi connessi al vaccino di AstraZeneca, bloccandone la somministrazione per qualche giorno a partire dal 15 marzo, decisione che era stata subito imitata da diversi Paesi europei, Italia compresa. (Corriere della Sera)

La lunga liste di cose più rischiose del vaccino AstraZeneca

Il comitato tecnico scientifico non si esprime: “Non è ancora possibile un giudizio in merito ad altri vaccini” La conseguenza è che il piano vaccinale rischia di saltare, di incappare in una serie di ritardi, criticità, disdette e riorganizzazione delle categorie da sottoporre in via prioritaria alla immunità. (Primonumero)

Vaccino AstraZeneca: i sindacati scuola chiedono incontro urgente con i rappresentanti del Ministero Di. Una richiesta di incontro per evitare che le vicende legate al Vaccino Astrazeneca possano “ripercuotersi negativamente sugli esiti della campagna vaccinale” è stata inviata oggi al Capo di Gabinetto del Ministero dell’Istruzione dai sindacati di categoria, Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Cnfsal e Gilda Unams. (Orizzonte Scuola)

La percentuale di rischio di morte per trombosi celebrale dopo una dose di Astrazeneca è invece di una su un milione, inferiore a tutte queste altre cause di morte. Con quasi 32 milioni di persone che hanno avuto almeno la prima dose, circa la metà della popolazione, l'ultimo bollettino del Paese parla di 3.536 nuovi contagi, a gennaio erano oltre 35mila al giorno. (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr