Milano, medico attende da due mesi la vaccinazione: «Nessuno sa darmi informazioni»

Milano, medico attende da due mesi la vaccinazione: «Nessuno sa darmi informazioni»
Corriere della Sera SALUTE

Si tratta di cittadini con priorità per la vaccinazione, in virtù del loro contatto con i pazienti.

Al 6 di aprile ancora non l’ha ricevuta, ma soprattutto non ha informazioni su quanto dovrà attendere per l’iniezione.

Come previsto dal piano vaccinale lombardo, rientra nella categoria 1 bis insieme ad altri professionisti sanitari, dai dentisti ai farmacisti.

«Ho provato a richiederla anche in Piemonte, dove esercito la professione due giorni alla settimana

Giovanni Tagliavini, 57 anni, è un medico libero professionista di Milano (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altre testate

La richiesta è quella di esprimere disponibilità a trasformare ambulatori e laboratori privati in centri in cui somministrare vaccini. E così dopo aver arruolato i medici di medicina generale e i farmacisti, il commissario straordinario per l'emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo, rilancia tentando il coinvolgimento anche delle strutture private. (LaC news24)

Continua la campagna vaccinale anche nelle giornate di festa: a Pasqua a Rimini sono state somministrate 1239 dosi, in tutta la Romagna 3858. Attualità. (AltaRimini)

E saranno ancora i medici di base a riceverli: questa settimana arriveranno le prime 550. Il San Matteo (che ieri ha ricevuto 7.020 dosi Pfizer) farà altrettanto con i medici di base della propria zona: in questo caso le dosi sono 438. (La Provincia Pavese)

Medici di famiglia, appena 89 fiale in 7 giorni. Fiore (Fimmg) torna all'attacco: Dateci i vaccini

Ad oggi, provato testualmente, i medici di famiglia dicono: ""ndate in farmacia a prenotare, mai viceversa. Ma anche le farmacie hanno avuto il loro bel da fare, con tante persone in fila ad attendere. (LA NAZIONE)

Così come ribadito dall'Oms (Organizzazione mondiale della Sanità) lavarsi le mani è un vero e proprio salva la vita. Abbiamo inoculato anche vaccini Pfizer nel rispetto rigoroso delle norme previste dai protocolli in materia. (BisceglieViva)

Ancora poche, troppo poche”. Sono i numeri delle fiale di vaccino arrivate ai medici di medicina generale del Viterbese. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr