Report, stasera l'inchiesta riguarderà anche Tare: "Io e mio fratello non coinvolti nella Top Bast"

Report, stasera l'inchiesta riguarderà anche Tare: Io e mio fratello non coinvolti nella Top Bast
TUTTO mercato WEB SPORT

Allo stesso modo - prosegue il ds - Igli Tare si dichiara estraneo alla operazione descritta dal giornalista quale tentativo del clan Martiradonna di acquistare tale società di scommesse; operazione di cui ignora qualsiasi informazione.

Le ombre albanesi sulla Lazio di Tare", pubblicato da 'Repubblica' oggi.

"È semplicemente falsa - sottolinea la nota di Tare - la tesi sostenuta dal giornalista e da questi attribuita agli atti d'indagine, secondo la quale 'di fatto, la società è dei fratelli Genti e Igli Tare'. (TUTTO mercato WEB)

Ne parlano anche altri giornali

Igli Tare è assolutamente estraneo alla società di scommesse albanese Top Bast, rispetto alla quale non è titolare di alcun interesse diretto o indiretto. (LazioNews)

Tare, in particolare, contesta l’articolo “Calcio, clan e affari. Ecco alcune parti della diffida pubblicate dalla stessa agenzia:. "Ho ricevuto mandato da Igli Tare che sottoscrive la presente per ratifica e conferimento d'incarico di contestare profili di illiceità delle affermazioni contenute nella pubblicazione in oggetto, gravemente lesiva ai danni del mio assistito. (La Lazio Siamo Noi)

Napoli - A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Daniele Autieri, giornalista di Report e de La Repubblica: “L’inchiesta di Report su Tare? Le plusvalenze garantiscono la sopravvivenza a tante società ed è questo il motivo dell’importanza capitale degli agenti e degli intermediari” (CalcioNapoli24)

Lazio, ombre sull’arrivo di Muriqi: Tare al centro di un’operazione illecita?

Una di queste, la Top Bast, secondo gli investigatori italiani sarebbe riconducibile a Igli Tare e al fratello Genti, console albanese in Turchia: proprio lui, nel 2015, è stato contattato dagli uomini dei clan per un tentativo d'acquisto. (ilBianconero)

Tra i coinvolti sarebbe finito anche il ds della Lazio, Igli Tare, che ha già inviato una diffida al programma. Durante la trasmissione, Vincenzo Morabito, operatore di calciomercato, si è espresso, nel dettaglio, sull'acquisto di Vedat Muriqi da parte della Lazio: "Guarda caso il fratello di Tare è il console albanese a Istanbul e spende 18 milioni per un giocatore che è una pi**a. (La Lazio Siamo Noi)

'Di fatto, la società è dei fratelli Genti e Igli Tare, rispettivamente console albanese in Turchia e direttore sportivo della società Lazio'. Il ds pare sia stato interessato, insieme al fratello Genti, all'acquisto di Top Bast, ovvero 400 sale attive. (Pianeta Milan)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr