Guarda le prime immagini drammatiche della navicella spaziale Juno della NASA catturate mentre navigava dal globo ghiacciato, Ganimede

Guarda le prime immagini drammatiche della navicella spaziale Juno della NASA catturate mentre navigava dal globo ghiacciato, Ganimede
Più informazioni:
Conca Ternana Oggi SCIENZA E TECNOLOGIA

Usando il suo filtro verde, l’imager a luce visibile della navicella spaziale JunoCam ha catturato quasi un intero lato della luna coperto di ghiaccio d’acqua.

La navicella invierà più immagini dal volo di Ganimede nei prossimi giorni, con le immagini iniziali di JunoCam disponibili Qui.

Lockheed Martin Space a Denver ha costruito e gestito la navicella spaziale

“Questa è la navicella spaziale più vicina a questa luna gigante in un’intera generazione”, ha affermato il ricercatore principale di Juno Scott Bolton del Southwest Research Institute di San Antonio (Conca Ternana Oggi)

Se ne è parlato anche su altri giornali

A meno di 24 ore di distanza, Juno ha sorvolato anche le nubi di Giove, passando a una velocità di 58 chilometri al secondo. Con gli infrarossi made in Campi Bisenzio la sonda Juno della Nasa ha avuto due incontri ravvicinati con Giove e la sua luna più grande, Ganimede, che è anche la più grande del sistema solare. (LA NAZIONE)

“Ci prenderemo del tempo prima di trarre conclusioni scientifiche, ma fino ad allora possiamo semplicemente meravigliarci di questa meraviglia celeste: l’unica luna nel nostro sistema solare è più grande di Mercurio”. (SanSeveroTV)

Per il momento non possiamo che meravigliarci di ciò che vediamo di questo oggetto celeste.». A colori (ma non subito). Il 7 giugno 2021, come da programma, la sonda Juno della NASA ha sorvolato Ganimede, una delle più interessanti lune di Giove, a una distanza di soli 1.038 chilometri dalla superficie. (Focus)

Mai così vicini a Ganimede in 20 anni: Juno rivela dettagli spettacolari della luna gigante di Giove, ecco le prime FOTO arrivate sulla Terra

Juno è arrivato a destinazione nel 2016 e continuerà a raccogliere dati almeno fino al 2025 grazie ai suoi nove strumenti di bordo Ganimede per la sonda Galileo (Wikipedia). Dalle immagini di Juno sarà possibile conoscere molti dettagli di questo interessante corpo celeste che custodisce grandi quantità di acqua ghiacciata. (laRegione)

Lunedì la sonda spaziale Juno della NASA che orbita attorno a Giove dal 2016, si avvicinerà alla più grande luna di Giove, Ganimede, a renderlo noto l’agenzia stessa in un comunicato stampa. “Letteralmente ogni secondo conta”, ha affermato Matt Johnson, responsabile della missione Juno presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA. (Tom's Hardware Italia)

“Ci prenderemo del tempo prima di trarre conclusioni scientifiche, ma fino ad allora possiamo semplicemente meravigliarci di questa meraviglia celeste“. (Meteo Web)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr