Tokayev chiude la crisi kazaka: “Missione compiuta, truppe russe a casa”

Tokayev chiude la crisi kazaka: “Missione compiuta, truppe russe a casa”
Tag24 - Radio Cusano Campus ESTERI

Tokayev chiude la crisi kazaka.

Giovedì la polizia kazaka ha affermato di aver ucciso “decine” di manifestanti e sabato, nonostante gli appelli internazionali contro le violenze, Tokayev aveva detto di aver autorizzato la polizia a sparare “per uccidere, senza avvertimento”

Il presidente kazako Kassym-Jomart Tokayev ha rilasciato importanti dichiarazioni sullo stato di crisi che ha attraversato il suo Paese nelle ultime settimane. (Tag24 - Radio Cusano Campus)

Ne parlano anche altri media

Dmitry Peskov, portavoce del presidente russo Vladimir Putin, ha affermato che le forze armate si ritireranno secondo il programma richiesto. Il suo arresto, sospettato di tradimento, ha alimentato la speculazione che le lotte intestine tra il regime fossero almeno in parte dietro le violenze della scorsa settimana (Generazione Scuola)

Secondo il presidente del Kazakistan, la squadra unita inviata in Kazakistan conta 2.030 soldati, ma secondo alcune fonti dei media russi, il numero delle truppe schierate sarà maggiore Secondo lui, il ministro della Difesa russo ha affermato che le forze di pace dell’OTSC stanno attualmente lavorando per proteggere importanti strutture militari, governative e sociali. (Consulenza Benessere)

Giovedì la polizia kazaka ha affermato di aver ucciso “decine” di manifestanti e sabato, nonostante gli appelli internazionali contro le violenze, Tokayev aveva detto di aver autorizzato la polizia a sparare “per uccidere, senza avvertimento”. (la voce d'italia)

“Missione compiuta, le truppe russe via dal Kazakhstan”

Il presidente aveva chiesto ai Paesi del Trattato di sicurezza collettiva (Csto) guidato da Mosca di inviare soldati per aiutarlo a riprendere il controllo della situazione. l presidente del Kazakhstan Kassym Jomart Tokayev ha annunciato che le truppe dell'Organizzazione del trattato di sicurezza collettiva, di cui fanno parte sei repubbliche ex sovietiche, cominceranno a lasciare il Paese in due giorni. (TRT)

Giovedì la polizia kazaka ha affermato di aver ucciso “decine” di manifestanti e sabato, nonostante gli appelli internazionali contro le violenze, Tokayev aveva detto di aver autorizzato la polizia a sparare “per uccidere, senza avvertimento". (laRegione)

Il presidente aveva chiesto ai Paesi del Trattato di sicurezza collettiva (Csto) guidato da Mosca di inviare soldati per aiutarlo a riprendere il controllo della situazione (RagusaNews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr