Solo auto elettriche in centro, d'accordo sei bergamaschi su dieci

Solo auto elettriche in centro, d'accordo sei bergamaschi su dieci
L'Eco di Bergamo ECONOMIA

Solo il 2,7% ha dichiarato che l’inquinamento è “irrilevante” nella selezione del veicolo ideale, mentre il 51% lo considera “fondamentale”.

«Se il rispondente aveva indicato il tema ambientale come importante per la scelta dell’auto, allora è favorevole.

Il 72% di chi ha dichiarato che il tema è “fondamentale” è favorevole a rendere il centro di Bergamo accessibile solo ad auto elettriche»

La sensibilità all’inquinamento è il fattore dominante tra chi è d’accordo a riservare il centro di Bergamo ai veicoli ibridi o elettrici. (L'Eco di Bergamo)

Su altre testate

Il modo 3 di ricarica è lo standard obbligatorio in Italia per la ricarica in ambienti pubblici in corrente alternata monofase o trifase. Modalità di ricarica. La modalità con cui possono essere ricaricate le auto elettriche sono distinte in 4 categorie. (Tom's Hardware Italia)

Questa colonnina di ricarica, si aggiunge a quelle presenti in Piazza Garibaldi, San Nicola, parcheggio custodito dell’ospedale, supermercato Simply e l’area Fiat. L’auto elettrica è in dotazione del Corpo dei Vigili Urbani (Sassari Oggi)

(ilsarrabus.news). Share on: WhatsApp Soddisfatto il primo cittadino che evidenzia come “anni fa ci presero per visionari, oggi invece San Vito può vantare un servizio innovativo”. (IlSarrabus.News)

Batterie delle auto elettriche: si lavora a quelle “senza peso”

Per la cronaca, X Shore è stato avviata dall'imprenditore svedese Konrad Bergstrom nel 2016, attraverso il crowdfunding. X Shore non nasconde l’obiettivo di rivoluzionare l'industria marina e diventare la Tesla del mare. (La Gazzetta dello Sport)

Se finora i possessori di auto elettriche hanno dovuto fare i conti con «l'ansia da autonomia», presto potranno ricaricarsi anche ad Asti e continuare il viaggio. (La Stampa)

Una delle più promettenti sembra essere quella della svedese Chalmers University of Technology, che studia batterie strutturali a base di fibra di carbonio. Se queste promesse verranno mantenute i veicoli elettrici potrebbero diventare molto più efficienti di quelli odierni, già molto abili a sfruttare l’energia delle batterie (qui per saperne di più) (AlVolante)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr