Ministro Bianchi visita scuola Carducci a Bologna e cita Mameli: "Stringiamoci a coorte"

Ministro Bianchi visita scuola Carducci a Bologna e cita Mameli: Stringiamoci a coorte
Rai News INTERNO

Lui cita il patriota soffermandosi sulle parole "Stringiamoci a coorte, che vuol dire stiamo insieme". Condividi. "Questa è una partenza che vuole essere una gioia, la gioia dei bambini.

Questo è il segno di oggi", ha commentato il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, in visita alla scuola primaria Carducci di Bologna per l'avvio dell'anno scolastico.

L'arrivo del ministro Bianchi a Bologna. (Rai News)

La notizia riportata su altre testate

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Il tuo contributo è fondamentale. (Il Fatto Quotidiano)

Ci hanno lasciato una scuola in macerie, distrutta dai processi di aziendalizzazione e sottofinanziata, ora la ricostruiamo noi» Leggi anche Scuola sotto esame: 4 milioni di studenti al via, primo test per le misure anti Covid. (La Sentinella del Canavese)

Anche a Mondovì è suonata la campanella che segna l'inizio del nuovo anno scolastico. Si torna in classe al 100% in presenza e con nuove misure di sicurezza da rispettare. (TargatoCn.it)

Roma - Il ministro Bianchi: “Che gioia la scuola al via, ci fa sentire un Paese. Ora basta con la dad”

"Bentornati – dice il ministro – A voi, a tutti i vostri insegnanti, al personale e alle vostre famiglie, buon primo giorno di scuola. È una parte importante del paese la scuola; tutto il paese oggi è con noi, la scuola è il cuore della nostra comunità" (L'Unione Sarda.it)

L'articolo Bianchi: “Buon primo giorno, la scuola è una straordinaria avventura” proviene da (Sicilia Economia)

Gli ultimi a ritornare in classe saranno gli 813.853 alunni delle Regioni Calabria e Puglia, il 20 settembre. Bianchi: gioia tutti in classe, scuola ci fa sentire paese - "Siamo tornati in classe, è una gioia vedere le classi piene di ragazzi (dedalomultimedia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr