Charléne di Monaco e la sua malattia: «Ecco perché non posso tornare a casa»

Il Messaggero SALUTE

Dopo l’operazione è subentrata un’infezione che ha coinvolto le orecchie, di qui l’impossibilità di spostarsi.

Charlène Wittstock, moglie di Alberto di Monaco, ha trascorso gli ultimi mesi lontano in Sudafrica, lontana dal marito e dai figlioletti gemelli Jacques e Gabriella.

Domenica 18 Luglio 2021, 08:40 - Ultimo aggiornamento: 09:37. Charlène di Monaco racconta la sua situazione riguardo la salute e il futuro: «Ecco il vero motivo per cui non posso tornare a casa. (Il Messaggero)

La notizia riportata su altri giornali

L’intervista. È stata proprio Charlène di Monaco a spiegare nel dettaglio il problema. Non può, quindi, tornare a casa dalla sua famiglia. (TIMgate)

Secondo le parole della cugina di Alberto di Monaco, però, la coppia avrebbe alcuni problemi e per questo Charlene è scappata A causa delle operazioni, inoltre, Charlene di Monaco è stata impossibilitata a tornare a Monaco. (Bigodino.it)

“Alberto è il pilastro della mia vita e la mia forza, senza il suo amore e supporto non sarei stato in grado di superare questo momento difficile” Queste sono le ultime dichiarazioni rilasciate da Charléne di Monaco ad una testata in Sudafrica (Donne sul Web)

A cura di Daniela Seclì. Charlene di Monaco ha rotto il silenzio sui problemi di salute che la trattengono in Sudafrica. La principessa, in un’intervista rilasciata a News24, ha dichiarato di sentire terribilmente la mancanza del marito Alberto e dei figli Gabriella e Giacomo. (Gossip Fanpage)

Com’è noto, Charlene è stata assente all’anniversario per i 10 anni di matrimonio, nonostante gli auguri rivolti al marito sui social Charlene Wittstock, infatti, è tornata in Sud Africa per partecipare a una missione contro il bracconaggio dei rinoceronti ma non ha ancora fatto rientro a casa. (DiLei)

La verità, continua Christa, "è che lei non si sentiva assolutamente bene a Monaco, nel ruolo di principessa. William fuggito senza salutare Mattarella: "Chi è l'uomo nel video". (Liberoquotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr