Partite Iva, per i sostegni spunta un tesoretto da 5 miliardi

Partite Iva, per i sostegni spunta un tesoretto da 5 miliardi
Corriere della Sera ECONOMIA

Il governo ha speso solo sei miliardi in sostegni a fondo perduto relativi al decreto Sostegni bis.

Ci aspettavamo che l’intervento costasse undici miliardi, stima poi rivista a otto miliardi, ma ci aspettiamo una spesa di sei miliardi

Il ministro dell’Economia Daniele Franco. Spunta un tesoretto da 5 miliardi per gli aiuti alle partite Iva.

I titolari del regime forfettario hanno fatto meno ricorso del previsti agli aiuti a fondo perduto. (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altri giornali

In audizione alla Commissione Bilancio della Camera sul Dl Sostegni Bis, Franco ha spiegato che le domande di sostegni a fondo perduto dalle partite Iva, attese a 3 milioni, sono state inferiori e “dall’Agenzia delle Entrate emerge un numero di domande sotto i due milioni”. (L'HuffPost)

Lo ha detto il ministro dell’Economia Daniele Franco in audizione alla Commissione Bilancio della Camera a proposito dell’attività di riscossione dell’Agenzia delle Entrate, aprendo così a ulteriori proroghe o interventi per facilitare i contribuenti. (Il Sole 24 ORE)

Il Dl Sostegni Bis già prevede di utilizzare risorse aggiuntive per alzare la platea delle partite Iva beneficiarie, portando la soglia di accesso dai 10 ai 15 milioni di fatturato. Un rafforzamento della componente a fondo perduto che arriva mentre Bankitalia dà 'luce verde' alle misure del governo (la Repubblica)

Bonus collaboratori sportivi, Franco: “Dal 16 giugno partiranno i pagamenti”

In Commissione Bilancio, una ventata di ottimismo del ministro Daniele Franco: per ora la previsione. 1 In Commissione. Se il trend positivo continuerà, la previsione del Pil italiano nel 2021 "potrebbe essere rivista al rialzo". (QUOTIDIANO NAZIONALE)

editato in: da. Possibili buone notizie in arrivo per le Partite IVA. Questo comporterà una transizione non facile, dei vari asset di Alitalia, alcuni passeranno a Ita, con gare” (QuiFinanza)

E’ giusto ricordare che i beneficiari riceveranno un bonifico da Sport e Salute, e non dall’Agenzia delle Entrate, soltanto dopo che il Ministero dell’Economia e delle Finanze avrà trasferito le risorse per i pagamenti (TiroLiberoWeb)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr