Nessuno vuole affrontare il nodo politico di Kabul | il manifesto

Nessuno vuole affrontare il nodo politico di Kabul | il manifesto
Approfondimenti:
Il Manifesto INTERNO

Per il presidente del consiglio dei ministri Mario Draghi è stato invece un successo.

Così ha dichiarato nella conferenza stampa a conclusione dell’incontro virtuale che ha visto la partecipazione dei rappresentanti delle 20

L’Afghanistan affronta una gravissima crisi umanitaria, ma nessuno vuole farsi carico dei costi per scongiurarne il collasso strutturale.

Il G20 straordinario si potrebbe sintetizzare così. (Il Manifesto)

Se ne è parlato anche su altri media

L'Ue stanzia 1 miliardo per la crisi umanitaria. Come annunciato da Draghi, la Commissione europea ha annunciato che metterà in campo un miliardo di euro in aiuti alla popolazione afghana È stato uno dei vari impegni a finanziare la risposta umanitaria. (Fanpage.it)

Così il presidente del Consiglio al termine del G20 straordinario sull'Afghanistan. (LaPresse) “La prima questione da affrontare è il tema dell’emergenza umanitaria, questo richiederà contatti con i talebani, sono indispensabili perché questa risposta sia efficace. (LaPresse)

Occorre fare presto, non mesi ne anni ma giorni oppure saremo di fronte ad una catastrofe umanitaria". Abbiamo promesso agli afghani che non li avremmo lasciati soli è tempo di rispettare quella promessa" (Rai News)

Afghanistan, Draghi: 'Nel Paese l'emergenza umanitaria è gravissima'

Ed è proprio su questo tasto, i diritti umanitari, su cui punta il vertice "Ne è valsa sicuramente la pena di organizzare questo G20, che considero "un successo", perché è la prima risposta multilaterale alla crisi in Afghanistan (TG La7)

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi! (Il Fatto Quotidiano)

"C'è una consapevolezza diffusa che l'emergenza umanitaria è gravissima. "C'è grande disponibilità ad agire da parte dei paesi del G20, di fatto - ha concluso - questo si è tradotto in un mandato alle Nazioni Unite per coordinare una risposta". (Repubblica TV)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr