“Cuba resiste”, il post di Grillo a favore del regime - L'Unione Sarda.it

“Cuba resiste”, il post di Grillo a favore del regime - L'Unione Sarda.it
L'Unione Sarda.it INTERNO

Si intitola “Cuba resiste!” il post condiviso da Beppe Grillo sul proprio blog, attraverso la lettera scritta da Frei Betto, teologo, scrittore e politico brasiliano per commentare le proteste contro il regime organizzate in molte città del Paese.

Poi, rivolgendosi ai suoi connazionali, scrive ai brasiliani ricchi che volessero trasferirsi a Cuba: "Conoscerete l'inferno" per via delle difficoltà economiche a Cuba. (L'Unione Sarda.it)

La notizia riportata su altri media

Per prima cosa, per le ragioni spiegate già dallo stesso Grillo e poi per l’evidente paura di non riuscire ad avere nulla di concreto nell’immediato. Insomma, su questo tema Conte cerca di ritornare un pochino visibile. (Il Fatto Quotidiano)

Cuba, boom di contagi: a causa dell’embargo mancano ossigeno, ventilatori polmonari e farmaci Nell’ultimo bollettino disponibile, pubblicato ieri e relativo alla giornata di sabato, le autorità sanitarie cubane hanno rivelato 6.460 nuovi contagi e 65 morti. (Fanpage.it)

Farina e la stoccata su Cuba. Il fondatore del Movimento, quindi, si schiera apertamente col regime cubano. Beppe Grillo sul suo blog difende il regime comunista cubano e inneggia alla rivoluzione castrista (Liberoquotidiano.it)

Bavaglio a Grillo: stop alle frasi aggressive. E sulla consultazione online si teme il flop

Spariscono tutti i nuclei sparsi da Nord a Sud, largo ai «gruppi territoriali» voluti dall'avvocato di Volturara Appula. I nuovi gruppi territoriali dovranno essere «autorizzati dal Comitato per i rapporti di prossimità territoriale, di concerto con il presidente, sentiti i competenti coordinatori territoriali», è scritto ancora nello Statuto. (ilGiornale.it)

Le parole possono essere poi rettificate, quando non si intende quello che si dice, ma questo comunque va chiarito, reso pubblico Se gli attacchi al fulmicotone di un giorno sono la familiarità di un altro, come ci può fidare delle parole? (Il Sussidiario.net)

«Qua in tanti abbiamo paura che il voto sullo Statuto e su Conte possa tramutarsi in un flop», ci confida una fonte parlamentare dei Cinque Stelle. Non si fa menzione della cosa nel nuovo Statuto, eppure Conte sarà costretto ad affrontare il nodo il prima possibile. (il Giornale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr