Vaccini Covid in Sicilia, via alle prenotazioni per gli ultra 50enni

Vaccini Covid in Sicilia, via alle prenotazioni per gli ultra 50enni
Tempo Stretto INTERNO

Vaccini alle isole Eolie. A condividere il percorso della vaccinazione generalizzata nelle isole minori, il commissario messinese Alberto Firenze.

Tutto questo ha rallentato non solo l’immunizzazione della fascia anagrafica interessata, ma ha anche avuto una ricaduta negativa sugli ultra ottantenni.

«Avevamo già programmato – ha spiegato – l’invio dei vaccini per l’immunizzazione delle Isole Eolie. (Tempo Stretto)

Su altre testate

Si tratta di una nuova finestra che permetterà l’utilizzo di ulteriori 300 unità di farmaco AstraZeneca che sono nella disponibilità della Asl Eì possibile prenotare liberamente un orario per ricevere la somministrazione della “prima dose”, collegandosi fin da subito alla piattaforma digitale del Comune (www. (Rete8)

Ma anche in questa nuova fase è prevista una corsia preferenziale per i soggetti fragili: si tratta delle persone di età inferiore ai 60 anni con comorbidità. Entro la fine di giugno è previsto l’arrivo di altre 52 milioni di dosi circa, mentre ulteriori 84 milioni sono previsti prima dell’autunno monitoraggio costante dei fabbisogni . (QuiFinanza)

La risposta, per la popolazione generale, è che i benefici del vaccino superano in modo schiacciante il rischio di essere colpiti dalla rara forma di trombosi associata alla carenza di piastrine L’Ema, Agenzia europea per i medicinali, nei giorni scorsi ha pubblicato un documento in cui viene analizzato questo rischio per ciascuna fascia d’età. (la Repubblica)

Vaccini, Musumeci: «Da domani anche per i cinquantenni e immunizzazione di massa nelle isole minori»

C’è euforia negli uffici dell’Asl di Caserta per il grande risultato portato a casa lunedì, con le 2478 dosi di vaccino somministrate senza prenotazione all’ospedale di Marcianise ‘Anastasia Guerriero’. (CasertaNews)

Vaccino AstraZeneca, Palù (Aifa): “Non c’è mai stato un divieto per fasce d’età”. “Non c’è mai stato un divieto. “In conclusione la variante inglese sembra avere un certo vantaggio selettivo quanto a capacità diffusiva, e questo ci rassicura (Virgilio Notizie)

«Avevamo già programmato – ha spiegato – l’invio dei vaccini per l’immunizzazione delle Isole Eolie. Nell’ottica di proteggere i più deboli, anche a Catania partiremo a breve con i vaccini per i “senza fissa dimora”, come già fatto a Palermo» (Risoluto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr