Covid, Galli: "La variante Delta ci darà una triste ripassata"

Covid, Galli: La variante Delta ci darà una triste ripassata
Approfondimenti:
IL GIORNO SALUTE

Intervenendo poi in merito al dibattito sulla vaccinazione che trova in disaccordo alcuni politici, Galli avverte: "Finché il virus circola negli under 40 non ne usciamo.

"Questa variante ci darà una triste ripassata.

Ne è convinto Massimo Galli, direttore malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano, che, ospite di Agorà Estate, lancia l'allarme.

L'incubo variante Delta e la curva dei contagi che non si abbassa (ieri 2.072 nuovi contagi ma con meno tamponi) impongono di tenere alta la guardia contro il virus. (IL GIORNO)

Su altri media

Il professor Massimo Galli non ha molti dubbi: finché il coronavirus "circola negli under 40 non ne usciamo". Purtroppo - continua Galli - si riesce ad ottenere quando una certa percentuale della popolazione di una nazione o di una regione è vaccinata o ha contratto la malattia. (Tiscali Notizie)

(LaPresse) - L'annuncio era arrivato una settimana fa, oggi è uscita 'We are the people', inno ufficiale degli Europei di calcio al via l'11 giugno in dodici città del Vecchio Continente, firmato da Martin Garrix insieme a Bono e The Edge degli U2. (La7)

"E' stato incredibile lavorare con loro, la musica e il calcio uniscono la gente", ha affermato Garrix, presentando 'We are the people' (La7)

Covid, Crisanti: Persi altri 6 mesi, sconcertante aumento casi in estate

"Da quando ci sono i vaccini le persone muoiono di meno - ricorda Galli - dobbiamo usarli senza se e senza ma". Purtroppo - continua Galli - si riesce ad ottenere quando una certa percentuale della popolazione di una nazione o di una regione è vaccinata o ha contratto la malattia. (Adnkronos)

L'anno scorso si diceva che non c'era problema e che in estate il virus era andato in letargo o addirittura che era morto. In questo momento però, per Galli è inutile pensare all’immunità di gregge (ilGiornale.it)

Bisogna capire a che cosa funziona il lockdown: serve per guadagnare tempo e creare tutte quelle misure per bloccare la trasmissione quando i casi sono diminuiti. (LaPresse) – “Abbiamo sprecato sei mesi l’anno scorso e ci apprestiamo altri sei mesi quest’anno. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr