Bertolaso: «Io sindaco? Sarei un incubo per i cittadini di Roma»

Corriere della Sera INTERNO

Dice di aver letto l’intervista di Carlo Calenda al Corriere della Sera, in cui il leader di Azione spiega che «Bertolaso rischia di fare la fine di Marino»

Poi usando una metafora calcistica spiega il perché: «Fare il sindaco di Roma significa ogni giorno giocare una finale di Champions League correndo il rischio di perderla, e per me sarebbe inaccettabile».

Guido Bertolaso chiude la porta ad ogni possibilità. (Corriere della Sera)

Su altri giornali

Grandi hub e non piccoli centri vaccinali. Bertolaso ha poi spiegato la scelta di aver preferito dei veri e propri hub rispetto a tanti piccoli centri territoriali. "È una fondamentale misura di prevenzione, ma bisogna continuare a mantenere precauzioni e comportamenti virtuosi", che "sono altrettanto importanti". (MilanoToday.it)

Poi, da lunedì, ci assesteremo sulle 85-90.000 dosi al giorno" È la metafora calcistica che Guido Bertolaso, responsabile della campagna vaccinale lombarda e consulente del governatore Attilio Fontana, usa per inquadrare l'andamento delle vaccinazioni nel territorio lombardo. (Il Messaggero)

Parola del diretto interessato, attuale responsabile del piano vaccinale anti-Covid in Lombardia e considerato tra i papabili del centro-destra per le prossime amministrative nella Capitale. (leggo.it)

Vaccino, Guido Bertolaso: "Lombardia in zona Champions, ma puntiamo allo scudetto"

Il bilancio di giornata si è chiuso a 2.955.000 dosi circa, e ieri è stato ampiamente superato il tetto delle 3 milioni di dosi. Più di 80mila vaccinazioni in un giorno, oltre 3 milioni di dosi somministrate, un quinto della popolazione italiana coperta in questa regione. (ilGiornale.it)

Nel mentre la campagna di vaccinazione prosegue a pieno ritmo: lo stesso Bertolaso ha detto che si raggiungeranno le “100mila inoculazioni quotidiane entro fine mese” e che quindi non ci saranno problemi nell’assestarsi “alla quota base di 85mila indicata dal generale Figliuolo” “Semplicemente non sarò più fisicamente 7 giorni su 7 in Lombardia. (Cremonaoggi)

L’ex capo della Protezione civile si è infatti lanciato in un paragone calcistico: “Qui coi cavino siamo molto più avanti rispetto alla mia Roma, che non è che ieri sera abbia dato grande prova di sé. (Liberoquotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr