Stop auto a motore termico: l'Italia chiede un rinvio

Stop auto a motore termico: l'Italia chiede un rinvio
Money.it INTERNO

La proposta è circolata all’interno del Coreper, il Comitato dei rappresentanti permanenti dei governi degli Stati Ue.

Diversa la posizione Stellantis che, prendendo atto delle direzione europea indicata all’industria dell’auto, pochi giorni fa ha manifestato il suo dissenso abbandonando l’Acea (European Automobile Manufacturers Association) sottolineando la sua scarsa capacità di fare azione di lobby

In un documento che è stato fatto circolare in vista di questo appuntamento - e che la redazione di Money. (Money.it)

Ne parlano anche altri media

L’obiettivo sarebbe far scendere il target di riduzione di CO2 delle auto dal 100 al 90%. Ma era quello di Cingolani, davanti a una quarantina di partecipanti tra associazioni di settore e sindacati, l’intervento più atteso. (Il Sole 24 ORE)

A proposito di auto elettriche, i nuovi impianti di Tesla ad Austin (Texas) e a Berlino (Germania) stanno «perdendo miliardi di dollari». Il 28 giugno, data fissata per la riunione del Consiglio Ue Ambiente, si avvicina e a surriscaldarsi è anche il clima all'interno dei governi. (ilGiornale.it)

di Giorgio Ursicino. Auto, stop alle termiche nel 2035: l'Italia, allineata a Bulgaria, Romania, Slovacchia o Portogallo, chiede il rinvio di Giorgio Ursicino. Il governo italiano sembra prendere molto sul serio il passaggio al Consiglio Europeo della transizione energetica e, in particolare, dello stop totale della vendita di auto endotermiche dal 2035. (Il Messaggero - Motori)

Stop ai motori a benzina: l'Italia chiede una deroga al 2040

Le conferme non mancano. Che questo fosse un Governo non particolarmente sensibile alle questioni climatiche si era già abbondantemente capito. (LA NOTIZIA)

Una norma già apostrofato “salva Stellantis”, sicché la multinazionale detiene un market share del 21 per cento a livello continentale nel settore Fin qui pure l’Italia non si era particolarmente esposta contro la decisione. (ClubAlfa.it)

Si tenta la deroga. La proposta approvata dal Parlamento Europeo a inizio giugno prevede lo stop alla vendita di mezzi con motori diesel e benzina entro il 2035. “Una decina di Paesi - ha aggiunto Cingolani con l’appoggio di Giorgetti - è sulla posizione del phase out al 90%. (inSella)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr