Protezione civile, coronavirus: 161 morti (totale 32.330), 62.752 positivi, 132.282 i guariti

Protezione civile, coronavirus: 161 morti (totale 32.330), 62.752 positivi, 132.282 i guariti
Firenze Post Firenze Post (Interno)

Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 132.282, con un incremento di 2.881 persone rispetto a ieri.

52.452 persone, pari all’84% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.

Su altri giornali

Sono 161 le nuove vittime nelle ultime 24 ore: un dato che ieri era pressoché uguale, 162, mentre due giorni fa erano 99, 145 tre giorni fa, 153 quattro giorni fa e 242 cinque giorni fa). Ieri erano 226.699: l’incremento è di +665 casi in un giorno (ieri il dato era di +813, due giorni fa di +451, tre giorni fa di +675, quattro giorni fa di +875). (Soverato Web)

Coronavirus, il bilancio di mercoledì 20 maggio 2020. Il bilancio comunicato dalla Protezione Civile è di 665 contagi nelle ultime 24 ore. Coronavirus, il bollettino della Protezione Civile di mercoledì 20 maggio 2020: il trend ritorna a scendere. (News Mondo)

Il numero totale di attualmente positivi è di 62.752, con una decrescita di 2.377 assistiti rispetto a ieri. 9.624 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 367 pazienti rispetto a ieri. (Fcinternews.it)

9.624 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 367 pazienti rispetto a ieri. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 132.282, con un incremento di 2.881 persone rispetto a ieri. (Versiliatoday.it)

Il numero degli attualmente positivi è di 62.752, 2.377 in meno rispetto a ieri. Sono stati effettuati 67.195 nuovi tamponi e individuati 665 nuovi positivi al COVID-19. (TUTTO mercato WEB)

Anche i quasi 19mila decessi - sui 46.909 in più registrati in Italia tra il 1° marzo e il 30 aprile scorsi - che non sono stati dichiarati ufficialmente come "Covid" sarebbero, seppure 'con le dovute cautele' da attribuire in gran parte alla pandemia. (QUOTIDIANO.NET)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti