"Narvalo Urban Active Mask", la prima mascherina made in Italy che protegge da smog e batteri

Narvalo Urban Active Mask, la prima mascherina made in Italy che protegge da smog e batteri
Today SALUTE

Ideata dalla startup Narvalo, spin-off del Politecnico di Milano, la mascherina intelligente monitora i pattern respiratori dell'utente e ottimizza costantemente il flusso d’aria all'interno della maschera riducendo l’accumulo di calore, umidità e soprattutto CO2. Servono a proteggere se stessi e gli altri, ma tendono sempre più a essere dei veri e propri oggetti iconici e high-tech, con caratteristiche all'avanguardia per dimostrarsi irrinunciabili. (Today)

Ne parlano anche altri giornali

L'ipotesi per cui si procede è frode in commercio e la procura ha affidato a un laboratorio di Torino una perizia sui filtri delle U-Mask Ricordiamo - prosegue l'azienda - che la rivista Altroconsumo (rivista dell'omonima associazione di difesa dei consumatori) alcuni giorni fa ha pubblicato suoi autonomi test che confermavano una BFE al 98%". (La Repubblica)

on sono dispositivi medici. Inoltre, U-Mask sarà cancellata anche dalla Banca dati ufficiale dei dispositivi medici autorizzati (Corriere della Sera)

Il Ministero della Salute, inoltre, mette in guardia dai «potenziali rilevanti rischi per la salute» per «l’assenza di un regolare processo valutativo». Il Ministero della Salute impone lo stop alla vendita delle mascherine U-Mask, perché non sono un dispositivo medico. (Il Sussidiario.net)

Le mascherine U-Mask ritirate dal mercato. L'azienda: “Presenteremo nuova valutazione”

Lo ufficializza il ministero della Salute, che ha disposto “il divieto di immissione in commercio del dispositivo medico U-Mask Model 2” e “l’adozione della misura del ritiro del medesimo prodotto” dal mercato. (Newsby)

In un comunicato si legge: “Siamo esterrefatti dal provvedimento cautelare annunciato ieri dal Ministero della Salute riguardo U-Mask Le U-Mask sono chiamate “mascherine dei vip”, poiché molti personaggi dello spettacolo e della politica hanno deciso di indossarle. (Blitz quotidiano)

L’azienda ha fatto sapere che è pronta a presentare nella giornata di lunedì “nuove valutazioni fornite da un laboratorio accreditato” e che inizierà una battaglia legale (Newsgo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr