Draghi fulmina Salvini. Gli appelli a non vaccinarsi sono un invito a morire

LA NOTIZIA INTERNO

Canta vittoria Matteo Salvini ma di fatto ottiene solo il rinvio della decisione sull’uso del Green pass su treni, aerei e autobus.

Fondamentale mettere in sicurezza gli anziani, i nostri genitori e i nostri nonni, senza penalizzare, rinchiudere o multare i figli e i nipoti.

Comunità scientifiche e governi – continua la nota – come quelli di Germania e Gran Bretagna, che invitano alla prudenza sui vaccini per i minorenni, invitano forse a morire?

Oppure fai morire: non ti vaccini, ti ammali, contagi, qualcuno muore”, con chiaro riferimento alle posizioni in merito del leader della Lega sull’opportunità di vaccinarsi sotto i quarant’anni. (LA NOTIZIA)

La notizia riportata su altre testate

Ma l'affondo di Draghi sui vaccini non è stato l'unico nei confronti di Salvini. Salvini risponde a Draghi: "Invito alla prudenza non è invito a morire". Il leader del Carroccio ha commentato così le parole di Draghi: ''L'obiettivo di tutti, mio come di Draghi, è salvare vite, proteggere gli italiani", ha detto l'ex vicepremier. (Today.it)

«E mi fermo qui», aggiunge il premier, come a lasciare intendere di non voler aprire un fronte diretto con Salvini. Non è un caso che, perfino un abile comunicatore come Salvini, ci abbia messo quasi due ore a reagire. (ilGiornale.it)

Nel corso dell’evento, il leader della Lega ha presentato Catello Maresca come candidato sindaco, raccogliendo al contempo firme per il referendum sulla riforma della giustizia. Forse la cittadina, autrice della “rimostranza”, si è chiesta se lo slogan potesse valere anche per un’eventuale restituzione allo stato dei 49 milioni di euro che sarebbero stati sottratti. (Yahoo Notizie)

"L'appello a non vaccinarsi è appello a morire, sostanzialmente, non ti vaccini, ti ammali e muori, non ti vaccini e contagi". Lo ha detto Mario Draghi, replicando così al giornalista che gli ricordava le parole di Salvini sulla non necessità di vaccini per gli under 40. (La Stampa)

Il leader della Lega aveva garantito massimo sostegno alle riforme - a partire da Giustizia e Fisco - e aveva ribadito alcune osservazioni costruttive a proposito di green pass e piano vaccinale Fondamentale mettere in sicurezza gli anziani, i nostri genitori e i nostri nonni, senza penalizzare, rinchiudere o multare i figli e i nipoti", afferma il leader della Lega Matteo Salvini (Adnkronos)

"C’è sorpresa dopo le parole di Mario Draghi - sono le parole che rimbalzano tra Roma e via Bellerio -, anche perché oggi pomeriggio c’era stata una lunga e cordiale telefonata tra Matteo Salvini e il Presidente del Consiglio. (Liberoquotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr