Afghanistan, la vita dei giornalisti che sono rimasti a Kabul

Afghanistan, la vita dei giornalisti che sono rimasti a Kabul
Più informazioni:
la Repubblica ESTERI

Già 135 media hanno chiuso

E lo devono fare nel modo "previsto".

Devono riportare solo ciò che i loro nuovi capi, messi dal nuovo governo alla direzione delle testate ancora attive, vogliono che esca.

Afghanistan, la vita dei giornalisti che sono rimasti a Kabul di Francesco Bussoletti. (reuters). Erano liberi nel cercare e raccontare le notizie, raccontano due ragazzi che pensavano di aver esaudito il loro sogno, ma da alcune settimane non lo sono più. (la Repubblica)

Su altri media

In poco tempo, #DoNotTouchMyClothes è diventato virale sul web Dopo essere scese in piazza per manifestare a favore dei diritti civili, le donne afghane hanno lanciato sui social una campagna contro le restrizioni del nuovo regime talebano che impone rigide regole anche sul codice di abbigliamento. (Repubblica TV)

di Francesco Lommi. La condizione delle donne in Afghanistan è un argomento che ormai da qualche settimana, più di precisamente dalla presa di Kabul, tiene banco. Potevamo vedere donne con il velo, ma questa era una decisione familiare e personale, non un’imposizione del governo”. (Luce)

E anche il tipo di resistenza – civile e non armata – la dice lunga sulla nuova natura della società. Nonostante la fuga di questo capitale sociale, la resistenza civile è rimasta forte, soprattutto tra le donne. (Vanity Fair Italia)

Afghanistan: i diritti civili nell'era dei talebani

«Voglio che il mondo sappia che questi abiti» indossati dalle donne nelle manifestazioni pro talebani «non appartengono alla nostra cultura, alla nostra identità», ha spiegato la storica all’emittente britannica I talebani sono gli stessi di sempre, ma le donne che vivono in Afghanistan no. (Io Donna)

I suoi ragionamenti sono semplici, primitivi, ma non è difficile capire che nella città-culla dei talebani hanno presa immediata. I talebani di Kandahar fanno muro, sono nazionalisti, si preoccupano di rimettere in moto il sistema Paese, non apprezzano affatto i fanatici pan-islamici (Corriere della Sera)

Afghanistan: i diritti civili nell’era dei talebani di Rosalba Reggio 15 settembre 2021. La nascita del governo talebano in Afghanistan segna la fine definitiva di 20 anni di controllo internazionale sul Paese. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr