Decreto Semplificazioni, solo sanzione pecuniaria per gli abusi edilizi “leggeri”

Decreto Semplificazioni, solo sanzione pecuniaria per gli abusi edilizi “leggeri”
Il Fatto Quotidiano Il Fatto Quotidiano (Interno)

Così il percorso del provvedimento, atteso in consiglio dei ministri entro la fine sella settimana, si complica.

Il nodo è all’articolo 10, dedicato a “Semplificazioni ed altre misure in materia edilizia”.

Su altri giornali

Niente condono edilizio. Oltre al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al vertice sono presenti il ministro dell'Economia,, il capo del dicastero della Pubblica amministrazione,, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro, ei capi delegazione. (la Repubblica)

Nel testo si leggeva che "tale accertamento di conformità non opera alcuna sanatoria retroattiva, ma si limita a riscontrare l’attuale conformità dell’opera. I punti contestati nel testo erano due: gli abusi edilizi e l’accertamento di conformità. (RagusaNews)

Non dirò mai sì a un condono». Oggi pomeriggio il premier Giuseppe Conte chiamerà a raccolta i suoi ministri, a palazzo Chigi, per affrontare il decreto Semplificazioni. (La Stampa)

C’è chi la definisce una sanatoria, chi un condono a tutti gli effetti e chi protesta con veemenza contro l’articolo 10, contenente norme in materia edilizia, del decreto Semplificazioni. L’articolo contestato, come detto, è il 10 della bozza del dl Semplificazioni. (Fanpage.it)

Vengono inoltre semplificate le procedure di certificazione antimafia, prevedendo l’incrocio delle informazioni già presenti nelle banche dati della pubblica amministrazione. E siamo tutti d’accordo che la ripartenza dovrà poggiare su massicci investimenti per piccole e grandi opere: infrastrutture materiali e immateriali. (Corriere della Sera)

Niente condono edilizio. Il sottosegretario dell’Ambiente, il pd Roberto Morassut, sottolinea che la norma sul condono edilizio era un elemento “insidioso, che avrebbe ammazzato il suolo” ed era stata scritta “in totale contrasto con l’obiettivo dichiarato di questo governo di limitare il consumo di suolo e perseguire l’obbiettivo del saldo zero entro il 2050”. (L'agone)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr