«L’energia nucleare è green». Si riaccende lo scontro in Europa

«L’energia nucleare è green». Si riaccende lo scontro in Europa
Tempi.it ESTERI

Secondo i promotori, l’energia nucleare non può essere esclusa dalla tassonomia verde, lo strumento con cui l’Unione Europea definirà quali attività economiche possono essere considerate “sostenibili” e, di conseguenza, ricevere finanziamenti statali e investimenti speciali.

«L’energia nucleare è green». Oltre alla Francia, l’appello è stato firmato da Polonia, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Finlandia, Ungheria, Romania, Slovacchia e Slovenia (Tempi.it)

La notizia riportata su altri giornali

8 ottobre 2021 REUTERS/Stephane Mahe. PRAGA (Reuters) - Francia, Finlandia, Repubblica Ceca e altri Paesi dell'Europa centro-orientale stanno spingendo congiuntamente per includere l'energia nucleare nelle regole di finanza sostenibile dell'Unione europea, ha dichiarato il ministro ceco dell'Industria. (Investing.com)

La Francia, a sua volta, ricava il 70% del proprio fabbisogno energetico dalle centrali nucleari, oltre ad aver fondato nel secondo dopoguerra il proprio potenziale bellico proprio sull’arsenale nucleare (dottrina gollista) Le dieci nazioni proponenti definisco il nucleare come un’alternativa energetica “stabile, affidabile e indipendente“. (TRIESTEALLNEWS)

E su questo punto c'è ancora molta divisione fra gli stati membri. (Teleborsa)

Parigi scrive alla Ue sul nuovo nucleare: “Entri tra le fonti green”

Serve tornare ad osare e, bisogna farlo rendendo l’Italia una potenza nucleare. Il nostro paese ha tecnologie, tecnici ed esperti nel settore, operai specializzati: è ora di superare il referendum del 1987, invocato facendo leva sullo spettro di Chernobyl. (PaeseRoma.it)

L’indipendenza della Magistratura è un elemento cardine della nostra società democratica e si fonda sull’alto livello di preparazione professionale, che va accompagnata dalla trasparenza delle condotte personali e dalla comprensibilità dell’azione giudiziaria”. (LaPresse)

Parigi - "Per vincere la battaglia del clima, abbiamo bisogno dell'energia nucleare". In prima linea nel pressing su Bruxelles c'è il ministro francese dell'Economia Bruno Le Maire, firmatario del testo diffuso insieme ai colleghi di Romania, Repubblica Ceca, Finlandia, Slovacchia, Croazia, Slovenia, Bulgaria, Polonia e Ungheria (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr