Coprifuoco alle 24: la movida si prepara all'estate

Coprifuoco alle 24: la movida si prepara all'estate
Metropolis INTERNO

Viene citata la lite di alcuni giorni fa a Campo de Fiori, nel cuore della movida e del centro di Roma

Una mezzanotte diversa eppure familiare in Italia, quella del primo coprifuoco alle ore 24 dell’era Covid nelle regioni gialle, sempre meno.

Una soluzione potrebbe essere riportare il divieto di asporto dalle ore 20, specie per arginare la vendita di alcolici nei minimarket”.

La movida è già ripartita e dopo tante restrizioni i gestori dei locali sperano nel pienone della stagione calda per rifarsi di quasi un anno e mezzo di pandemia. (Metropolis)

Su altri media

È un nuovo passo verso la normalità, in attesa che la regione diventi “bianca”. Da questa notte, lunedì 7 giugno, slitta alle 24 il coprifuoco in Piemonte e nelle regioni “gialle”. (La Fedeltà)

PATRIZIO BERTIN “UNA VITTORIA DEI VENETI, ORA SI SOSTENGA L’OCCUPAZIONE”. Con il ritorno dal 7 giugno del Veneto ufficialmente in zona bianca, molte attività commerciali potranno ripartire, dalla ristorazione alle cerimonie ed eventi. (Padova News)

Guardando poi ai prossimi giorni, dal 14 giugno entreranno in zona bianca anche Lombardia, Lazio, Piemonte, Puglia, Emilia Romagna e Provincia di Trento. Restano in zona gialla tutte le altre Regioni, ma con una novità, cambia l'orario del coprifuoco, dalle 23 si sposta a mezzanotte . (Tutto Atalanta)

Da stasera il coprifuoco scatta a mezzanotte

Sono in zona bianca invece Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Molise, Sardegna, Umbria, Veneto.Non ci sono più regioni in area rossa o arancione, quindi, e questase i dati del prossimo monitoraggio si rivelassero favorevoli. (AndriaViva)

In zona bianca possono riaprire i parchi divertimento e i parchi a tema Possibili in zona bianca i banchetti sdopo le cerimonie civili o religiose (matrimoni o cresime per esempio). (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Il desiderio di tornare alla normalità è grande e il calendario delle riaperture viaggia spedito. Entro il 21 giugno tutta l’Italia dovrebbe diventare zona bianca con la sola eccezione della Valle d’Aosta, dove per raggiungere l’agognato traguardo occorrerà attendere la settimana successiva. (La Nuova Ferrara)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr