Milos Zeman in ospedale

RSI.ch Informazione ESTERI

Il presidente ceco Milos Zeman - 77enne e malato da qualche tempo - è stato ricoverato d'urgenza in ospedale questa domenica mattina, subito dopo aver incontrato il premier uscente Andrej Babis, uscito sconfitto dalle elezioni legislative tenutesi venerdì e sabato.

Questo non basterebbe al 67enne Babis, magnate dell'agroalimentare e dei media, che sarebbe costretto a convincere anche qualcuno del campo rivale

Petr Fiala (keystone). (RSI.ch Informazione)

La notizia riportata su altri giornali

Il ricovero è avvenuto subito dopo un incontro con il premier uscente Andrej Babis nella residenza presidenziale di Lany, durato circa mezz'ora. Al momento, l'ufficio presidenziale del Castello di Praga prevede comunque di avviare mercoledì le consultazioni post-voto (La Stampa)

Il capo di stato soffre di neuropatia diabetica ai piedi e ha difficoltà motorie a causa di questa condizione, che gli hanno imposto, di recente, l'uso di una sedia a rotelle.Per il 77eenne si tratta del secondo ricovero in meno di un mese, circostanza questa che aveva spinto i media locali a parlare di uno stato di salute piuttosto precario per il capo dello stato. (Sputnik Italia)

La coalizione avrebbe già chiesto al presidente di incaricare il leader dell’Ods, Petr Fiala, di formare un governo. Se effettivamente incaricato, Babis potrebbe avviare le trattative con la coalizione Insieme (laRegione)

Se effettivamente incaricato, Babis potrebbe avviare le trattative con la coalizione Insieme Il presidente della Repubblica ceca Milos Zeman è stato ricoverato in ospedale dopo le elezioni svoltesi ieri nel Paese Keystone. (Bluewin)

Ma la situazione attuale è particolare: con sorpresa di tutti, il primo ministro Andrzej Babis, candidato alle elezioni, ha perso all’età di 67 anni Un’ambulanza che trasporta il presidente ceco Milos Zeman arriva in un ospedale militare di Praga il 10 ottobre 2021. (Italnews)

Il presidente della Repubblica Ceca, Miloš Zeman, è stato ricoverato il giorno dopo le elezioni, che hanno bocciato - seppure di misura - il suo alleato, il miliardario premier populista Babiš. Si tratta di una sconfitta storica per i comunisti, che sarebbero esclusi per la prima volta dal Parlamento dopo la Seconda Guerra Mondiale (Euronews Italiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr