David Sassoli, la moglie Alessandra: "Troppo presto davvero"

David Sassoli, la moglie Alessandra: Troppo presto davvero
Adnkronos INTERNO

"Noi siamo stati il tuo punto fermo, ma dividerti e condividerti con altri ha prodotto quella cosa immensa cui stiamo assistendo". "'Ho avuto una vita bella, decisamente molto bella.

E' un passaggio del ricordo che Alessandra Vittorini dedica al marito scomparso, David Sassoli, presidente del Parlamento Europeo, durante i funerali di Stato nella Basilica di Santa Maria degli Angeli, a Roma

Questo mi dicevi solo due settimane fa, quando avevi capito già tutto, mentre noi giocavamo a nasconderci la realtà, sperando l'impossibile. (Adnkronos)

Se ne è parlato anche su altri media

A concelebrare i funerali, con il cardinale Zuppi, l'arcivescovo di Firenze, cardinale Giuseppe Betori, il Vicario generale per la diocesi di Roma, cardinale Angelo De Donatis, dal Segretario per i Rapporti con gli Stati, Paul Gallagher, da monsignor Massimiliano Boiardi e da padre Francesco Occhetta Il ricordo dei colleghi del Tg1. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Il primo ad arrivare alle esequie è stato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, con il premier Mario Draghi Con l'entrata del feretro, avvolto dalla bandiera dell'Unione europea, nella alla basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri, a Roma, sono iniziati i funerali di stato di David Sassoli (La Stampa)

Presenti il presidente del Consiglio Mario Draghi, quello della Repubblica Sergio Mattarella, il premier spagnolo Pedro Sanchez, la presidente della Commissione europea Ursula Von Der Leyen e del Consiglio Charles Michel. (LaPresse)

David Sassoli, i funerali di Stato. Il ricordo commosso dell'Italia e dell'Europa

David Sassoli, la passerella social come saluto. Un'iniziativa che non è piaciuta all'agenzia funebre romana e nemmeno a molti follower (Repubblica Roma)

C’è chi dice che il cristiano è un signore proprio perché cristiano, anche se nullatenente, perché ha un tesoro di amore che lo rende tale. “Con tanti ha condiviso il suo I Care, sempre unendo fede personale e impegno nella storia, iniziando dagli ultimi, dalle vittime che ‘hanno gli occhi tutti uguali’, pieno di rispetto e di garbo come il suo carattere. (Servizio Informazione Religiosa)

David era un grandissimo amico fraterno di mio papà Paolo, e mi è stato molto vicino quando è scomparso. David era anche questo: restare umano, aprire le porte, anche di un Parlamento europeo, e parlare con tutti (Servizio Informazione Religiosa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr