Ai domiciliari ma continua a spacciare: scoperto dai Carabinieri

Ai domiciliari ma continua a spacciare: scoperto dai Carabinieri
BisceglieViva INTERNO

D. era ai domiciliari nella sua abitazione ma questo non gli ha certo impedito di proseguire a spacciare, imperterrito.La richiesta di aggravamento della misura all'Autorità giudiziaria avanzata dai Carabinieri ha condotto il 28enne, per l'ennesima volta, tra le mura della casa circondariale di Trani

Un 28enne biscegliese, già noto alle forze dell'ordine e peraltro sottoposto agli arresti domiciliari, è stato scoperto dai Carabinieri della Compagnia di Molfetta intento nel proseguire l'attività di spaccio di sostanze stupefacenti a causa della quale gli era stata comminata la restrittiva. (BisceglieViva)

Su altri giornali

Datori di lavoro che garantivano anche vitto e alloggio in un appartamento confinante con la ditta, sovraffollato e in uno stato igienico-sanitario più che degradato Datori di lavoro che garantivano anche vitto e alloggio in un appartamento confinante con la ditta, sovraffollato e in uno stato igienico-sanitario più che degradato. (notiziediprato.it)

Calamia, nei mesi scorsi, si era reso protagonista di diversi incidenti stradali con conseguenze per terze persone e decine di autovetture in sosta e non, violando diverse norme del codice della strada, guidando senza patente (già ritirata per ulteriori violazioni), non fermandosi all’Alt dei carabinieri, omettendo il soccorso alle persone coinvolte. (Giornale di Sicilia)

Accendere la tv e sapere che questo ragazzo è ai domiciliari ci fa male". Noi sappiamo chi è Romeo, conosciamo il nostro ragazzo, conosciamo la vita che ha condotto, ed è un ragazzo qualsiasi di questa realtà. (Fanpage.it)

Spacciava cocaina dagli arresti domiciliari Preso dai carabinieri

– Stamani i Carabinieri della Stazione di Gavorrano hanno arrestato un uomo di 68 anni, originario della provincia di Crotone ma residente nel Comune di Gavorrano, in esecuzione di un provvedimento del Tribunale di Sorveglianza che ha disposto la sospensione della detenzione domiciliare, a cui era già sottoposto e che stava scontando proprio a Gavorrano, sostituendola con la detenzione in un carcere. (IlGiunco.net)

Procedono le indagini relative all’omicidio di Romeo Bondanese, ucciso da una coltellata che gli ha reciso l’arteria femorale durante una rissa scoppiata nel centro di Formia martedì scorso. Apprendere che questo ragazzo è ai domiciliari ci fa male” ha detto all’agenzia Agi dalla zia di Romeo Bondanese in merito alla scarcerazione “Se al posto di mio nipote ci fosse stato il figlio del giudice come sarebbe andata? (Leggilo.org)

Insieme a lui è stata denunciata anche la giovane convivente, 22enne, connazionale, con precedenti di polizia. A., 23enne, è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Ivrea. (La Sentinella del Canavese)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr